Company Logo

Facebook Twitter Google+ YoTube Instagram 


Interviste di Morgan

Articoli su Morgan

Report Live di Morgan

Articoli sugli Album di Morgan

Interviste ed Interventi Radio di Morgan

Articoli ed Interviste di InArteMorgan.it

comunicati

 


201720162015201420132012 - 2011 - 2010 - 2009 - 2008 -

20072006 - 2005 - 2004 - 2003 - 2002 - 2001 - 2000 - 1999 - 1998 - 1997


 

 

“La storia dei BLUVERTIGO non inizia con in Bluvertigo. Non è la storia di una band ma quella di un progetto. E le due cose si intersecano perché è una storia dove ti accorgi che molte cose si possono fare, altre no, altre invece si fanno nonostante non si voglia. La storia dei Bluvertigo quindi è la storia di persone che cambiano. Questo è l'incipit.” (Morgan)

Ma quando nascono i Bluvertigo?

Morgan
: “Non nascono nell’88 ma è quello l’anno della nascita di un progetto che porterà ai Bluvertigo. Alla festa di un mio amico quando avevo sedici anni, mentre suonavo il pianoforte, cercando di far ballare qualcuno, conobbi Andy. Era il periodo dei Depeche mode di Strangelove e dei Beastie Boys di You Gotta Fight For Your Right To Party. Fu subito un colpo di fulmine. Ma io avevo già un gruppo, I Lizard Mixture, nome tratto dal testo di New Moon On Monday dei Duran Duran”.

E il gruppo di Andy invece?

Andy
: “ Io non avevo un gruppo. Facevo breakdance”.

Ah, scena hip hop: strano!

Andy
: “No, direi cultura house-electro-breakbeat stile Street Sound...”.
Morgan: “Fatto sta che Andy è entrato nel corpo di ballo dei Lizard Mixture che poi comunque si sono sciolti”.

E tu cantavi e suonavi il basso?

Morgan
: “Io suonavo le tastiere e cantavo, non per mia volontà ma solo perché non c’era nessuno che avesse la voce adatta. Dicevo sempre: “quando arriverà qualcuno con la voce adatta mi sostituirà”. Ed è così anche oggi: quando troveremo un cantante buono mi sostituirà”.

E poi cosa è successo?

Morgan
: “Si riparte con Andy e Fabiano Villa (che poi ha militato coi Rapsodia) e si forma così un nucleo di precursori delle boy-band che scriveva musiche ballabili.. Ma purtroppo eravamo in anticipo sui tempi. Senz’altro se avessimo sedici anni oggi saremmo un gruppo come i Backstreet Boys. Sfortunatamente siamo incappati in quest’ultimo... sprazzo di amore per la musica”.

Come si chiamava questa band?

Morgan
: “Eravamo diventati gli Smoking Cocks! Dal cognome di Andy che è Fumagalli”.
Andy: “Vuol dire anche Cazzi Fumanti, ma l’abbiamo scoperto dopo”.
Morgan: “Nome che porta fortuna perché abbiamo fatto il botto subito: concerto a Monza con centinaia di persone. Siamo diventati famosissimi. A Monza. Appena usciti di lì non ci conosceva nessuno”.
Andy: “Così arrivò un signore che ci getto nelle fauci delle multinazionali”.

Così gli Smoking Cocks hanno fatto un cd?

Andy
: “No. L’hanno fatto i Golden Age, nuova incarnazione del gruppo con tanto di contratto con una major di tre dischi più due. Eravamo minorenni e siamo andati a Monaco a mixare dove abbiamo imparato cose straordinarie”.
Morgan: “Dopo tre mesi eravamo già nel cassetto. Dimenticati”.
Andy: “Ovvero quella situazione strana in cui avverti di essere stato abbandonato dalla tua major che non crede più in te e smette di fare qualsiasi cosa. Piombammo così in piena ricostruzione. Ci siamo sciolti e abbiamo cambiato vita e musica”.
Morgan: “Abbiamo conosciuto Livio e Sergio, formato i Bluvertigo (?) e con tempismo perfetto il nostro primo cd è uscito in piena atmosfera... grunge!”.

E così un nuovo insuccesso...

Morgan
: “Sì, eravamo ancora una volta in anticipo sul ritardo. Solo adesso cominciamo ad esser capiti”.

 

fonte: http://digilander.libero.it/sitorez/Interviste/Story.htm




Tutti i diritti sono riservati - © 2010-2013 InArteMorgan.it - Copyright. - Contattaci.