Company Logo

Facebook Twitter YoTube Instagram 


Interviste di Morgan

Articoli su Morgan

Report Live di Morgan

Articoli sugli Album di Morgan

Interviste ed Interventi Radio di Morgan

Articoli ed Interviste di InArteMorgan.it

comunicati

 


20172016 - 2015 - 20142013 - 2012 - 2011 - 2010 - 2009 - 2008 - 2007 - 2006 - 2005 - 2004 - 2003 - 1998


 

 

Jessica Chastain (attrice californiana) in un'intervista a Vanity Fair dichiara:

«Sono una fan sfegatata di X Factor, abbiamo un gruppo di ascolto di amici che si riunisce per vederlo. Purtroppo non ho seguito la nuova stagione ma l'anno passato ha vinto Michele, giusto?»

Giusto.
«Lo adoro, come Mika. E Morgan, che è così strano e cool».

È lui il suo giudice preferito?

«Sì. Capisco solo una parte di quello che dice ma mi piace quando parla di musica ed è stato fantastico vederlo con Asia Argento, quella volta che è arrivata in trasmissione ad aiutarlo».

 

Jessica Chastain su X Factor e Morgan a Vanity Fair

Fonte: Vanity Fair n.44 - 12 Novembre 2014

Morgan è senza dubbio uno degli artisti italiani che meglio può rappresentare il binomio musica e nuove tecnologie.    

Abbiamo incontrato Marco Castoldi in arte Morgan nel suo studio di Monza, un autentico “antro della Sibilla” dove le alchimie sonore di questo geniale artista prendono forma e vengono elaborate con grande sapienza. Il tutto, come si conviene ad un attento ricercatore, attraverso alcuni strumenti che hanno fatto la storia della musica tradizionale ed elettronica.

Morgan è indubbiamente uno degli artisti più colti ed eclettici del panorama musicale italiano. Non a caso uno dei primi a riconoscere il suo talento fu proprio Franco Battiato che in comune con lui, oltre ad una grandissima cultura musicale (e non solo), ha sempre avuto quel desiderio irrefrenabile di andare al di là dei confini dell’esperienza tradizionale, in una costante ricerca di nuove forme musicali e tecniche compositive sperimentali. Un altro grande merito da ascrivere a Morgan, nel suo ruolo di giudice di X-Factor, è quello di aver compiuto e di compiere tuttora una meritevole opera di divulgazione della musica di qualità che raramente viene proposta alle platee televisive, portando in ‘prima serata’ proposte musicali ed autori di gran nota.

Nel suo studio ci ha mostrato alcuni strumenti che farebbero invidia ai più importanti collezionisti del settore. Dal clavicembalo alle prime drum machine analogiche, dalla Novation Bass Station primo modello, al Moog Voyager, la strumentazione di Morgan è assolutamente all’altezza delle sue doti creative. Ci ha mostrato anche in anteprima alcuni suoi nuovi brani realizzati e prodotti principalmente con Reason, del quale è un grande estimatore e ‘advanced user’ sin dalla primissima versione. Grazie all’accordo di endorsement con CME Pro abbiamo integrato il setup di Morgan con la nuova tastiera portatile XKey che grazie alle sue funzionalità avanzate, come l’aftertouch polifonico, e la totale integrazione con iPad è perfetta per le sue esigenze.

morgan1

 

Morgan, all'anagrafe Marco Castoldi, musicista, cantautore e interprete, nasce a Milano il 23 dicembre del 1972 da Mario e Luciana e vive a Muggiò fino al 1987. A sei anni comincia a suonare la chitarra, ad otto il pianoforte, appassionandosi alla musica classica. Frequenta quattro anni di liceo classico e termina gli studi liceali passando al liceo scientifico sperimentale.

Nel 1984, influenzato dalle correnti musicali dell’epoca, come la New Wave, il New Romantic e il Synth pop,  riesce finalmente a convincere i genitori ad acquistargli il suo primo sintetizzatore, un Korg-Poly 800. Comincia così il suo percorso musicale: nel 1986, sotto lo pseudonimo di Markooper, compone e arrangia canzoni che racchiude in due piccoli lavori dai titoli: "Prototype" e "Dandy bird & Mr contraddiction". Nello stesso anno inizia il suo sodalizio artistico con Andrea Fumagalli, con il quale fonda i Golden Age. Nel 1989 esce il loro primo lavoro: Chains, seguito dal discreto successo del primo videoclip realizzato per il singolo Secret Love. Nel 1991, insieme a Sergio Carnevale e Marco Pancaldi, poi sostituito da Livio Magnini, i due inseparabili compagni d'avventura Morgan ed Andy fondano i Bluvertigo. Nel 1994 Morgan (basso e voce), Andy (tastiere), Pancaldi (chitarre) e Sergio (batteria) pubblicano il loro primo singolo Iodio. Partecipano a Sanremo Giovani, ottenendo consensi dalla critica e piazzandosi al terzo posto fra i gruppi musicali. Nel 1995 il gruppo pubblica il primo album Acidi e basi, seguito da Metallo non metallo (1997), che porterà la band alla vittoria all'MTV Europe Music Awards come miglior gruppo italiano, e alla vendita di 400.000 dischi. Nel frattempo Morgan produce gli album Playback dei Soerba e L’eroe romantico de La sintesi.

Nel 1999 i Bluvertigo pubblicano l’album Zero, che chiude la cosiddetta trilogia chimica. I tredici brani che compongono Zero verranno pubblicati dalla Bompiani in una raccolta poetica dello stesso Morgan con il titolo Dissoluzione. Al libro è allegato un CD contenente Canone inverso, esperimento dei Bluvertigo e dei poeti Alda Merini, Manlio Sgalambro, Enrico Ghezzi e Murray Lachlan Young. Nel 2001 i Bluvertigo pubblicano Pop Tools, una raccolta dei maggiori successi della band, contenente due brani inediti, tra cui L'assenzio, brano con il quale la band, nello stesso anno, partecipa al Festival di Sanremo, classificandosi all'ultimo posto. Nel 2003 Morgan esordisce come solista con l’album Canzoni dell'appartamento, che vince la targa Tenco come Migliore Opera Prima dell'anno. L'anno successivo Morgan compone la colonna sonora di due film: Ingannevole è il cuore più di ogni cosa, diretto dalla compagna Asia Argento, e Il siero della vanità di Alex Infascelli. In quest’ ultimo film e in Perduto amor, per la regia di Franco Battiato, comparirà anche come attore. Nel settembre 2003 vince a Crotone il Cilindro d'Argento, nell’ambito del Festival “Una casa per Rino”, dedicato a Rino Gaetano. Nel 2005 pubblica il remake dell’album “Non al denaro, non all'amore né al cielo”, inciso nel 1971 da Fabrizio De André ed ispirato all’Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters. Con quest’album Morgan conquista il suo secondo Premio Tenco, stavolta come miglior interprete. Sempre nel 2005 collabora con Edoardo Bennato al disco "La fantastica storia del Pifferaio Magico" cimentandosi nel brano "Lo show finisce qua". Cura le parti musicali del suo nuovo programma su Rai 2 dal titolo "Il Tornasole". L'anno successivo compone la colonna sonora del film "Il Quarto Sesso" di Marco Costa.

morgan2

 

Nel 2006 interpreta Milan nel film "Transylvania” di Tony Gatlif. Nel 2007 esce il singolo “Tra 5 minuti”, che anticipa l’ album di inediti "Da A ad A" . Nel 2008 i Bluvertigo annunciano la loro reunion con un nuovo tour e con la pubblicazione dell’album live MTV Storytellers. Nello stesso anno Morgan pubblica l'album "È successo a Morgan", una raccolta contenente brani tratti dai suoi album da solista, quattro cover di Fabrizio De André e tre inediti: le cover di "Il nostro concerto" di Umberto Bindi, "L'oceano di silenzio" di Franco Battiato e "23 roses", canzone in inglese inserita come bonus-track nella versione digitale di “Da A ad A”. Nello stesso anno, insieme a Mauro Garofalo scrive il libro "In pArte Morgan". A partire dal 2008 partecipa a tre edizioni del programma televisivo X Factor. Nel 2009 pubblica il canzoniere "Italian Songbook vol.1", in cui reinterpreta brani di Piero Ciampi, Sergio Endrigo, Domenico Modugno, Umberto Bindi ed altri. Del 2010 è "Morganicomio", contenente il brano inedito “La sera”. MorganSempre nel 2010 Morgan conduce il programma dedicato alla musica "Invece no" su Deejay Tv. E' ospite nel disco "Edoardo Bennato – Mtv Classic Storytellers" nella canzone "Perchè". Nel 2011 Morgan presta la sua voce come narratore del docu-film di Tom Di Cillo "When you're Strange" ispirato a Jim Morrison.

A ottobre 2011 sarà di nuovo giudice di X Factor su Sky, con Simona Ventura, Elio ed Arisa. Durante la finale si esibisce con Asia Argento in "Indifference", brano con testo di Asia e musica di Morgan, ispirato a "Gli Indifferenti" di Moravia.Successivamente Morgan pubblica l'album "Italian Songbook vol.2" uscito il 24 gennaio 2012, in cui reinterpreta, sull'onda del progetto iniziato nel 2009, cantautori come Domenico Modugno, Piero Ciampi, Pino Donaggio, I Gufi, Roberto De Simone, Charles Aznavour, Rodolfo De Angelis, Sergio Endrigo, Luigi Tenco e Giorgio Gaber. Il primo singolo estratto dall’album è "Marianne" (di Sergio Endrigo). L'album contiene inoltre due inediti di Morgan: la strumentale "Desolazione" e "Una nuova canzone". A ottobre 2012 sarà nuovamente giudice di X Factor su Sky nella sesta edizione, arrivando in finale con due cantanti: la vincitrice Chiara Galliazzo e ICS, dei quali produce rispettivamente i singoli “Over the rainbow” e “Autostima di prima mattina”. Morgan esordisce come regista teatrale con l’opera lirica "Il Matrimonio Segreto", opera in due atti con  libretto di Giovanni Bertati e musica di Domenico Cimarosa, prodotta dalla Fondazione del Teatro Coccia di Novara.

La prima dell'opera, durante la quale Morgan è anche apparso in un piccolo cameo, si è tenuta presso il Teatro Coccia il 5 Ottobre 2012. Nel 2013 collabora con Asia Argento per il suo disco "Total Entropy" uscito il 29 Maggio in Francia e successivamente in Italia, contenente quattro inediti con Morgan: "CheeseAndEggs", "Sexodrome", "Indifference" e "Liebestod". Nell’autunno del 2013 torna ancora come giudice ad X Factor, vincendo per la quinta volta, stavolta con il cantante Michele Bravi, ed entrando nel Guinness dei primati come giudice che ha vinto più edizioni del programma a livello mondiale. Durante la semifinale del programma, Morgan presenta il suo nuovo inedito "Spirito e Virtù", attualmente in vendita negli store digitali. Attualmente Morgan sta lavorando ad un libro autobiografico e al suo nuovo album di inediti.

 

morgan3

 

Fonte

Morgan

Il MEI (Meeting delle Etichette Indipendenti) è la più importante manifestazione dedicata alla nuova scena musicale indipendente italiana; sono “due giorni” di concerti, presentazioni musicali e letterarie, convegni e mostre, oltre a una parte espositiva rivolta agli operatori della filiera musicale.

Quest’ anno, per festeggiare il suo 20esimo anniversario, il Meeting delle Etichette Indipendenti premierà le eccellenze della musica indipendente che si sono distinte dal 1994 ad oggi. È proprio Morgan, il nostro giudice più “anziano”, l’artista scelto per ritirare il premio come miglior videoclip indie con la sua Altrove.

Le immagini del video sono nate durante una visita dell’artista corso Dominiquie Degli Espositi nella casa delle canzoni di Morgan, un’estate metropolitana, calda e vuota, con Andy nella funzione di assistente.

Morgan ama Dominique: “l’unico mio maestro” scrive “è colui che mi ha mostrato come la vita sia una cosa che sta dentro all’opera d’arte”, ecco perché il video di “Altrove” non ci appare come verità, non lo vediamo come un reality show, sia pur reale tutto quello che vediamo. Canzone e immagini, le mura dell’appartamento come l’anonimo condominio, il caffè al bar di quartiere; tutto questo realismo viene deformato dall’opera d’arte che è la canzone, e dalle immagini di Degli Espositi.

Il Miglior Videoclip degli ultimi 20 anni deve necessariamente rappresentare qualcosa di culturalmente alto ma che parli la lingua della cultura pop: la bellezza al limite dell’obiettività di “Altrove”, ma soprattutto il girato, come se fosse dettato dall’inconscio di Dominique/Morgan/Andy che ovviamente non nega, ma afferma (‘applico alla vita i puntini di sospensione, che nell’incosciente non c’è negazione’).

Il premio sarà consegnato all’artista domani a Faenza presso il MEI. Accorrete!

 

Fonte: xfactor.sky.it

Il problema del camerino Morgan l’ha risolto girando con un camper della produzione. Arriva con il suo mezzo, lo sistema a ridosso del palco, e non deve adattarsi agli spazi impropri che spesso attendono prima e dopo il concerto.

Morgan è un dandy estroso, musicista sui generis, dal genio artistico spiccato e bizzarro. È lui che deve chiudere in bellezza il Filagosto, e lo fa nel migliore dei modi, facendo numeri al di là delle più rosee aspettative. Cinquemila presenze, contate per difetto, un mare di gente che segue le due ore di concerto, applaude a ogni passaggio, scruta i gesti del nostro per intuire cosa accadrà dopo. Scaletta libera come il pensiero, scandita per associazione di idee, voli pindarici, logiche peculiari. Ognuno, s’intende, ha la sua e Morgan giustamente la pedina senza farsi problema alcuno. Non insegue la temporalità, non rispetta le stagioni della personale discografia, chiede alla gente elasticità quanto basta a seguire il filo, l’attraversamento di uno spazio artistico che il musicista ha alimentato negli anni. Al centro l’arte sua e quella degli artisti che ama di più e canta volentieri.

Prima del concerto clou il cantautore rock Federico Cimini, sorta di Rino Gaetano fuori tempo massimo, alle prese con «L’importanza di chiamarsi Michele». Poi sotto palco parte l’esibizione estemporanea de La voce dei tamburi, «drum circle» della disabilità diretto dall’educatrice Diana Tedoldi in seno al Progetto Senzacca. Alla fine sale sul palco MegaHertz, tastierista, produttore, manipolatore di suoni elettronici, vecchio collaboratore del signor Marco Castoldi.

Da buon «corriere elettronico» ricomincia dai teutonici Kraftwerk e da «The Man Macine», poi attacca «It’s More Fun To Compute» coadiuvato dal trombettista Marco Santoro. L’intro si conclude con la cover di «We Are The Robots» che finalmente annuncia l’entrata in scena di Morgan. Allora è tempo di canzoni d’appartamento, e altre cose, di qualche amata cover italiana e in lingua internazionale.
Arriva «Fashion» di David Bowie e la china risale sino al 1980, all’art rock glamouroso del Duca Bianco. Quindi è tempo dei Duran Duran e del blu argento di «The Chauffeur» dall’album «Rio», 1982. È lì, nel volgere di quel decennio che prendono il largo i Bluvertigo, la creatura emblematica di certo rock italiano e delle intenzioni più avanzate di Morgan.

Del gruppo che s’è testé riunito per un tour (date a settembre) i nostri eroi sul palco interpretano soltanto «Altre forme di vita», una concessione che Morgan fa a sé e al pubblico adorante.

 

R. S.

 

Sfoglia PDF

 

Fonte: "L'Eco di Bergamo" del 5 agosto 2014

dario-allevi-morgan-roberto-scanegatti-monza.jpg

 

 

10 luglio 2014 - Da Brianza Rock Festival: Oggi abbiamo accompagnato Marco Castoldi, Inartemorgan, all'incontro con le Istituzioni Monzesi, Il Presidente Dario Allevi e il Sindaco Roberto Scanegatti. L'incontro è stato piacevole e le tante idee di Marco unite alla volontà da parte delle Amministrazioni di dare supporto e collaborazione alla nascita della CITTÀ DELLA MUSICA, ci riempiono di gioia. Vi terremo informati.

 

Aggiornamento del 20/07/2014 - In questi giorni siamo stati concentrati allo sviluppo del Business Plan relativo alla scuola di musica che Marco Castoldi, Inartemorgan, vuole realizzare.

Gli studi di Architettura Assostudio di Monza, Oda Oficina di Architettura di Cesano Maderno e R.M.Communication con la supervisione di Morgan sono quasi pronti, il 25 Luglio presenteranno una prima bozza al Sindaco di Monza.

Il progetto molto articolato, vuole creare una scuola che oltre che valorizzare e far crescere Musicisti dotati di talento puro, formi professionisti che possano trovare occupazione in tutti gli ambiti che riguardano la musica.

Abbiamo bisogno di imprenditori e professionisti che lavorano nel settore musicale che possano aiutarci e darci consigli utili alla realizzazione di questo meraviglioso progetto.

 

Se interessati scriveteci: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Con l'introduzione di Morgan arriva al cinema il 21, 22 e 23 luglio 2014 "Duran Duran: Unstaged by David Lynch", il docu-film distribuito da Woovie e presentato alla 66ª edizione del Festival di Cannes.
Guarda il trailer e scopri le sale su: www.woovie.it

 

Duran Duran: Unstaged by David Lynch - introduzione di Morgan

 

Trailer




Tutti i diritti sono riservati - © 2010-2013 InArteMorgan.it - Copyright. - Contattaci.