Company Logo

Facebook Twitter YoTube Instagram 


Interviste di Morgan

Articoli su Morgan

Report Live di Morgan

Articoli sugli Album di Morgan

Interviste ed Interventi Radio di Morgan

Articoli ed Interviste di InArteMorgan.it

comunicati

 


20172016 - 2015 - 20142013 - 2012 - 2011 - 2010 - 2009 - 2008 - 2007 - 2006 - 2005 - 2004 - 2003 - 1998


 

 

 

Mompracem Music Festival

Prima Edizione

 

Teatro Romano - Verona

2 giugno, 9 giugno 2013 - ore 20:30

 

 

2 Giugno: Marlene Kuntz, Sananda Maitreya, Shawn Lee, Seddy Mellory

Serata del 2 giugno rinviata a data da destinarsi

 

Rimane confermata la seconda serata del:

9 Giugno: MORGAN, Paolo Benvegnù, Facciascura

 

Morgan

 

MompracemIl festival e la sua cornice


Con un nome ispirato all’isola che nei celebri romanzi dello scaligero Emilio Salgari, offriva rifugio al pirata Sandokan, l’imprendibile Tigre della Malesia, il MOMPRACEM MUSIC FESTIVAL mette le sue radici a Verona, omaggiando a suo modo l’eccezionale personaggio di quello scrittore/sognatore e il suo immaginario avventuroso e popolare.
Da tale immaginario la direzione artistica della manifestazione, affidata al musicista veronese Francesco Cappiotti, è partita per sviluppare l’idea di una cornice unica nel suo genere, densa di riferimenti estetici alle storie e ai personaggi salgariani, richiamati nelle creazioni originali che il fumettista e illustratore Alberto Corradi (Linus, XL di Repubblica, Smemoranda, etc.), è stato chiamato a realizzare per la manifestazione.
Il Teatro Romano – a poco più di 100 anni dalla scomparsa dello scrittore scaligero
che proprio nella “Nuova Arena” nel 1883 pubblicava i racconti a puntate de “La
Tigre della Malesia ”- si trasforma idealmente nel regno di Mompracem, una
fantastica isola della musica a cui approdare nel cuore di Verona.
All’interno di una cornice tanto straordinaria grandi artisti del panorama musicale internazionale ed italiano si esibiranno sul palco del Teatro Romano, nel ruolo di
protagonisti di un’incredibile avventura, raccontata questa volta attraverso la musica.

L’evento, promosso dalla Fondazione Verona per l’Arena, è prodotto dalla società Opera Mind di Federica Troisi.

Info e prevendita su:

- Unicredit Get ticket:  geticket.it

- Ticket One:  ticketone.it

tel. 045 592544

 

 


 


IL PROGRAMMA

 

2 giugno (rinviato a data da destinarsi) – ore 20,30

Ben due headliner sono attesi sul palco del Mompracem nella serata del 2 giugno: i Marlene Kuntz di Cristiano Godano, che presenteranno il loro nuovo spettacolo acustico in trio e Sananda Maitreya, il celebre artista multiplatino newyorkese che quest’anno festeggia 25 anni dalla sua prima uscita discografica.
Le esibizioni di Shawn Lee, talentuoso musicista americano che fu amico e collaboratore di Jeff Buckley e dei bresciani Seddy Mellory, cui è affidata l’apertura della kermesse, completeranno il cast artistico della serata.

 

costo del biglietto:

- euro 36 platea numerata

- euro 26 gradinata non numerata

 


9 giugno - ore 20, 30

Altrettanto ricca è la selezione di artisti per il secondo appuntamento del festival, fissato a domenica 9 giugno. In cima al cartellone spicca il nome di MORGAN, che con la sua partecipazione al Mompracem Music Festival inaugura il suo nuovo progetto musicale. Nella stessa serata sono attesi Paolo Benvegnù, autore tra i più conosciuti ed apprezzati del panorama indipendente del Paese e i veronesi Facciascura, band di rilievo nel panorama alternative rock nazionale, che saliranno per primi sul palco.

 

costo del biglietto:

- euro 36 platea numerata

- euro 26 gradinata non numerata

 


 

 

GLI ARTISTI

 

2 GIUGNO (rinviato a data da destinarsi)

MARLENE KUNTZ

Sarà il gruppo composto da Cristiano Godano, Riccardo Tesio e Luca Bergia (una tra le poche realtà del panorama italiano che possa vantare collaborazioni con stelle di prima grandezza della musica internazionale come Skin degli Skunk Anansie e Patti Smith), a chiudere la prima serata del Mompracem Music Festival, con un concerto in cui ripercorrerà i successi di una carriera ormai ventennale, dall’esordio discografico di “Catartica” (1994) fino al recentissimo “Canzone per un figlio” (2012).

 

SANANDA MAITREYA

Il celebre artista newyorkese Sananda Maitreya approda al Teatro Romano con la sua band i “The Nudge Nudge” per presentare il suo nuovo disco “Return to Zooathalon” (2013), atteso in tutto il mondo. L’artista ha iniziato la sua carriera come Terence Trent D’Arby, ed è stato sin dagli anni ’90 tra i precursori della rivoluzione digitale della musica. Il suo stile è il Post Millennium Rock: un bacino artistico dove confluiscono Opera, Country, Classica, Jazz, Blues, Gospel, Reggae, Pop e Rock, ovvero tutte le passioni musicali di Sananda Maitreya fin da ragazzo. L’artista porterà sul palco del Mompracem Music Festival il suo incredibile talento di songwriter e di performer.

 

SHAWN LEE

Amico e collaboratore di Jeff Buckley negli anni di Los Angeles, autore di canzoni di culto come Happiness e Kiss the sky, songwriter per Kylie Minogue e Ronan Keating, compositore di colonne sonore per Hollywood (Ocean thirteen, the Bank Job, etc.) e di musiche originali per serie televisive di culto come CSI, Desperate Housewives, Lost, Shawn Lee arriva finalmente in Italia con un concerto in cui proporrà il meglio della sua produzione.

 

SEDDY MELLORY

Nati nel 2005, hanno dato alle stampe tre e ep e due album tra cui il nuovo “FAKE AS YOUR MOM’s ORGASM” che sta riscuotendo unanimi consensi dai media di settore italiani e europei. La band ha condiviso il palco con innumerevoli artisti italiani e stranieri tra cui Gogol Bordello, Peaches, Who made who e Linea 77, fino a partecipare nel 2011 alla Berlin music week. Il tour 2013 li ha già visti protagonisti sui palchi di Francia, Italia e Germania con significativo approdo al celebre rock club Wild at Heart di Berlino e l’apertura all’unica data italiana dei rocker neozelandesi The Datsuns.

 

 

9 GIUGNO

MORGAN

Torna al Teatro Romano il talento musicale di Marco Castoldi in arte MORGAN. Il carismatico musicista, che dopo essere stato l’anima dei Bluvertigo tra il 1991 e il 2001, ha raggiunto anche la notorietà televisiva nel ruolo di giudice del talent show X factor, ha scelto di includere il Mompracem Music Festival fra le sue poche e selezionate apparizioni live di quest’estate.

 

PAOLO BENVEGNU’

Ex chitarrista e cantante degli Scisma (band culto degli anni 90) è tra gli autori più conosciuti ed apprezzati del panorama indipendente del Paese. Sul palco del Mompracem Festival eseguirà i brani che lo hanno reso un riferimento assoluto per il rock d’autore italiano dal suo album d’esordio come solista “Piccoli fragilissimi film” (2004) fino al recente Hermann (2011).

 

FACCIASCURA

Con il loro primo album “Quanti ne sacrificheresti?” (2010) prodotto da gianCarlo Onorato e da Andrea Viti (Karma, Afterhours), si guadagnano un posto di rilievo nel panorama rock nazionale. Il videoclip del brano “Il cielo”, entrato in rotazione su importanti emittenti musicali come DJ Television e Rock tv, conquista il prestigioso premio PIVI 2011 per la fotografia. Per il 2013 è prevista la pubblicazione del loro secondo lavoro discografico, contenente brani sia in inglese che in italiano e arricchito dalle preziose collaborazioni con Shawn Lee, Paolo Benvegnù e con il pirotecnico percussionista Alessandro “Pacho” Rossi (già con Karma, Morgan, James Taylor).

 


 


CONTATTI


MOMPRACEM MUSIC FESTIVAL

Ufficio stampa
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel. +39 045 592544 – cell. +39 349 7367830

Direzione artistica
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Produzione
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


OPERA MIND S.r.l.
Sede Legale Via Alberto Mario 9
37121 Verona
P. IVA 04406510968 | R.E.A. MI - 1746736


Fondazione “Verona per l’Arena”
Via Roma 1/E
37121 Verona
Tel. +39 045 592544
Fax +39 045 591991

www.veronaperlarena.it

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

Al Vinitaly, domenica 7 Aprile, viene presentato il Morgato

presso Veronafiere, allo stand dell'azienda vitivinicola "Giorgi" al padiglione B2-3 del PalaExpo

 

Morgan - vino Morgato


Roberta Castoldi, ricercatrice di human and computer interaction, ma anche violoncellista e appassionata sommelier, coinvolge il fratello Marco Castoldi, in arte Morgan, in un progetto su analogie tra musica e vino: se fossi un vino, che vino saresti? E la tua musica, che vino potrebbe essere?

Morgan risponde, senza esitazione: moscato spumante! Vino delicato, puerile e aristocratico, fiabesco, rarefatto, trasparente, seduttivo e indifeso, belletto e semplicità, sfrontato e angelico…
Le bollicine dolci, proposte ai fratelli Castoldi dal nonno Armando in piccolissime coppe di cristallo, durante le antiche feste di famiglia, sono per Morgan una vera “madeleine” e le uniche in grado di competere con le sue amate bibite gassate.

Roberta e Morgan, grazie ai fratelli Giorgi - ottima e storica azienda vitivinicola dell’Oltrepò Pavese, capitanata dall’impavido Fabiano Giorgi, che subito si appassiona al progetto - creano allora il Morgato, cioè il Morgan+moscato, in due spumeggianti versioni dalle tinte zuccherine: il Morgato bianco, da uve moscato in purezza, e il Morgato rosa, un blend fatato di moscato e malvasia; ma, per completare la gamma cromatica, Fabiano suggerisce di aggiungere anche il Morgato rosso, non più moscato ma un dolce e frizzante Sangue di Giuda.

Il Morgato sarà lanciato il 7 di Aprile al Vinitaly nel corso di una conferenza stampa.

Sarà presto disponibile sia nella grande distribuzione sia nei migliori ristoranti e alberghi.

 

Morgan - vino Morgato

 

Altre informazioni e acquisto online:

www.morgato.it

 


 

Giorgi Vini:
Giorgi Vini www.giorgi-wines.it

Per ulteriori info e richieste sul Morgato: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Sarà presentato il  7 di Aprile a Vinitaly

 

Dalla passione di Morgan per il moscato, nasce il "Morgato", vino spumante che verrà presentato il 7 aprile a Vinitaly.

Roberta Castoldi, ricercatrice di human and computer interaction, ma anche violoncellista e appassionata sommelier, ha coinvolto infatti il fratello Marco Castoldi, in arte Morgan, in un progetto su analogie tra musica e vino: se fossi un vino, che vino saresti? E la tua musica, che vino potrebbe essere? Morgan ha risposto, senza esitazione: moscato spumante.

Le bollicine dolci, proposte ai fratelli Castoldi dal nonno Armando in piccolissime coppe di cristallo, durante le antiche feste di famiglia, sono per Morgan una vera "madeleine" e le uniche in grado di competere con le sue amate bibite gassate.       

Così Roberta e Morgan, grazie ai fratelli Giorgi - ottima e storica azienda vitivinicola dell'Oltrepo' Pavese, capitanata dall'impavido Fabiano Giorgi, che subito si è appassionata al progetto - hanno creato il "morgato", dall'unione appunto del nome di Morgan con il moscato, in due spumeggianti versioni: il Morgato bianco, da uve moscato in purezza, e il Morgato rosa, un blend fatato di moscato e malvasia; ma, per completare la gamma cromatica, Fabiano ha suggerito di aggiungere anche il Morgato rosso, non più moscato ma un dolce e frizzante Sangue di Giuda.

Il Morgato sarà lanciato il 7 di Aprile al Vinitaly nel corso di una conferenza stampa. Da allora in poi sarà disponibile sia nella grande distribuzione sia nei migliori ristoranti e alberghi.

 

fonte

Morgan - Extravolti di Davide IodiceLo stato dramatico in cui versa la cultura italiana rappresentato plasticamente dai visi “stravolti” di 80 fra artisti e personaggi della cultura: si tratta del progetto fotografico di Davide Iodice EXTRAVOLTI, in mostra dall’11 al 18 aprile 2013 nelle sale storiche di Palazzo Saluzzo Paesana di Torino.

I ritratti distorti, i visi, fissati da un severo bianco e nero, sono bloccati in una smorfia, schiacciati contro il muro invisibile fatto di immobilismo, sofferenza e compressione che affligge la cultura italiana . I personaggi che hanno aderito al progetto di Iodice si sono infatti lasciati ritrarre con il volto impresso contro una lastra di plexiglass che ne deforma i tratti.

Sono numerosissimi gli artisti e gli esponenti della cultura e dello sport che ci hanno letteralmente voluto mettere la faccia, tra cui Alba Rohrwacher, Claudio Bisio, Morgan, Loredana Bertè, Stefano Bollani, Paolo Rossi, Carla Fracci, Margherita Hack, Gian Marco Tognazzi, Fabrizio Bosso, Leonardo Pieraccioni, Roy Paci, Marco Travaglio, Fiona May, Massimo Cacciari, Vinicio Capossela, Francesco Casorati, Enrico Colombotto Rosso, Lucio Dalla, Eugenio Finardi, Rosario Fiorello, Luca Argentero, Alessandro Haber, Linus, Luigi Lo Cascio, Giuliano Montaldo, Pali e Dispali, Arnaldo Pomodoro, Luca Ronconi, Giovanni Soldini, Gianni Vattimo, Stefania Belmondo, Andrea Chiarotti, Michele Trimarchi, Giancarlo Barolat, Gianfranco Vissani, Dario Ballantini, Valeria Paniccia, Enrico Robusti, Andy, Don Gallo, Loredana Furno, Mauro Bigonzetti, Caparezza, Paolo Fresu, Cristina Dona’, Samuel, Alberto Fortis, Paola Turci, Ugo Nespolo.

Alcuni di loro saranno a Torino, durante la settimana di apertura della mostra, per testimoniare, con la propria presenza e la propria arte, la volontà di denunciare il ruolo in cui si vorrebbe relegare la cultura, senza capire che essa è il punto di partenza per una riqualificazione sociale ed umana del tempo che stiamo vivendo. Con questo intento Davide Iodice ha promosso il progetto EXTRAVOLTI, totalmente apolitico, in difesa della cultura di tutti e i cui proventi sono destinati ad Emergency, per ricordarci una volta di più che l’arte può e deve essere la scintilla per illuminare le vita di ognuno, un’energia che facilmente si trasforma da artistica in economica creando un indotto di cui molti possono beneficiare.

 

Fonte:www.magmazone.it/2013/03/extravolti-80-ritratti-per-la-cutura/

 

MILANO - Ci sono voluti dieci anni d'attesa per riportare sulle scene David Bowie, che fa il suo ritorno con uno degli album più attesi degli ultimi tempi. Il titolo del nuovo capitolo discografico firmato dal Duca Bianco, primo di soli inediti dopo "Reality" del 2003, è "The Next Day", carrellata di quattordici brani nuovi (diciassette nella versione deluxe), dal brano che da il titolo all'album fino ad "Heat", scritti tutti e interamente da Bowie in persona ad eccezione di tre: "Boss of me" e "I'll take you there", composti insieme a Gerry Leonard e "How does the grass grow" con Jerry Lordan.

E con questo album David Bowie fa il suo rientro con colpo di teatro, tra il rock classico e le ballate struggenti introdotte dal singolo "Wher are we now", con poco degli ingredienti sperimentali che si aspettava chi aveva preannunciato un ritorno alle sonorità berlinesi, ma anche con tanto della maturità musicale aggiunta in questi dieci anni di silenzio e di inconvenienti al cuore da rocker malato che oggi pare tornato a sostenerlo anche alle prese con la musica. Tra i brani in scaletta, non a caso Bowie ha scelto come altro singolo apripista "The stars", forse il brano bowiano per eccellenza della scaletta del cd, con il suo incontro tra nuovo e antico che è diventato anche il tema portante del relativo videoclip.

In occasione della pubblicazione dell'album, ieri sera alla Mondadori di piazza Duomo a Milano è stata organizzata un'anteprima aperta al pubblico con ascolto dell'album in versione integrale e interventi musicali dal vivo di Morgan. "Erano anni che aspettavo un suo nuovo album - racconta il cantautore - mentre in giro ci sono troppi artisti morti in vita che continuano a far uscire dischi. Bowie ha fatto un disco da vivo e per spiegare il mondo della canzone ad un alieno potrei citare una canzone di Bowie, De André o Tenco".

L'ultimo lavoro in ordine di tempo di una carriera che ha portato Bowie a vendere qualcosa come centotrenta milioni di album in tutto il mondo, è stato registrato in uno studio di New York e al suo interno hanno messo lo zampino in veste di collaboratori numerosi musicisti di alto livello, alcuni dei quali già al lavoro con Bowie in passato. Tra i tanti nomi dei collaboratori d'eccezione c'è anche quello di Tony Levin, virtuoso del basso elettrico già sentito al fianco di Peter Gabriel, Paul Simon ed una lista lunghissima di protagonisti della musica internazionale degli ultimi quattro decenni.

"L'uscita di Bowie dal silenzio dopo tanto tempo - commenta Morgan a proposito del ritorno della voce inglese - non mi stupisce perché ci ha abituato alle operazioni innovative e inaspettate, come quando si è quotato in borsa ottenendo anche un buon riscontro economico. In Inghilterra ha un altro tipo di seguito mentre da noi sembra più un artista alternativo. Ancora oggi in Italia è un fenomeno musicalmente elitario. Con strategie di mercato nuove riesce ad avvicinare anche chi non sa chi sia Bowie. Io amo il Bowie strano, atonale e deviato".



ATS

 

 

fonte: Ticino Online

Morgan - Smalti da uomo Faby

Stile da rockstar e colori intensi per la novità assoluta proposta dal brand italiano Faby, che in occasione del Cosmoprof 2013 di Bologna presenterà in anteprima una linea di smalti dedicata agli uomini.

Sicuramente avrete sgranato gli occhi, ma non si tratta di un sogno: da oggi grazie a Faby anche gli uomini italiani dall’anima più fashion e rock potranno godere di manicure ad hoc grazie ai nuovi smalti creati apposta per loro.

Testimonial d’eccezione della man collection di Faby è l’eclettico artista Morgan, da sempre grande amante dello smalto per unghie, meglio se in tonalità extra dark. Per ora possiamo ammirare solo le immagini della meravigliosa campagna pubblicitaria creata da Faby Line per lanciare questi incredibili smalti maschili.

La linea di smalti da uomo Faby potranno essere ammirati in anteprima assoluta al Cosmoprof 2013 di Bologna, la più importante fiera internazionale dell’estetica, presso lo stand del marchio che si troverà nel Padiglione 36, stand G22/H21.

Morgan - Smalti da uomo Faby

Morgan - Smalti da uomo Faby

 

L’elegante artista Morgan è sicuramente il testimonial più azzeccato per la prima linea di smalti da uomo professionali, che solo Faby Line poteva creare!  Lui interpreta appieno la nuova frontiera del colore “for Him”, per uno stile moderno, chic e fuori dagli schemi.

 

Morgan - Smalti da uomo Faby

 

Se volete conoscere l’intero range in anteprima degli smalti maschili e tutte le grandi novità che Faby Line ha in serbo per noi per la primavera 2013, e magari incontrare Morgan in persona, non dimenticate di fare una visita allo stand di Faby presso il Cosmoprof di Bologna dall’8 all’11 Marzo 2013.

 

Morgan - Smalti da uomo Faby

 

Vi incuriosisce questa nuova linea di smalti da uomo? Vi piace l’idea di vedere il vostro fidanzato con lo smalto sulle unghie? Prima di rispondere… ricordatevi che potreste sempre farli comprare a lui, e poi rubarglieli! :)

 

Fonte: beautydea.it




Tutti i diritti sono riservati - © 2010-2013 InArteMorgan.it - Copyright. - Contattaci.