Company Logo

Facebook Twitter YoTube Instagram 


Interviste di Morgan

Articoli su Morgan

Report Live di Morgan

Articoli sugli Album di Morgan

Interviste ed Interventi Radio di Morgan

Articoli ed Interviste di InArteMorgan.it

comunicati

 


20172016 - 2015 - 20142013 - 2012 - 2011 - 2010 - 2009 - 2008 - 2007 - 2006 - 2005 - 2004 - 2003 - 1998


 

 

Dopo l’inaugurale data di apertura per Joe Cocker a Milano,
torna Morgan con una serie di concerti in piano solo.


04/12/2010 – Impruneta, San Paolo della Croce(piano solo)

11/12/2010 – Firenze, Viper (dj set)

28/01/2011 – Roma, Stazione Birra (piano solo)

10/02/2011 – Bologna, Teatro delle Celebrazioni (piano solo)

19/02/2011 – Senigallia, Teatro La Fenice (piano solo)

Dopo il trionfo della scorsa domenica a Milano, quando Marco Castoldi in arte Morgan ha avuto l’onore di aprire l’unica data italiana di Joe Cocker, International Music And Arts è orgogliosa di presentare una serie di nuove date in piano solo per l’eclettico e futurista artista. “Morgan Piano Solo” è un concerto dai toni minimali e intimisti, solo voce e pianoforte, durante il quale Morgan tiene fede alla sua fama di artista imprevedibile e innovativo dando vita ogni sera ad uno spettacolo diverso, attingendo dal suo vastissimo repertorio con scelte spesso fatte sul momento. Dai suoi brani più famosi come “Altrove” e la discussa “La Sera”, mancata protagonista dell’ultimo festival di Sanremo, passando per i Bluvertigo e arrivando fino alle reinterpretazioni dei grandi italiani o stranieri (De André e Battiato come Lou Reed e David Bowie), il concerto si snoda come una sorta di serpente che cambia pelle ad ogni data, rendendo impossibile prevedere una scaletta fino a pochi istanti prima dello show (e spesso fino a show ultimato!). Assoluto elemento di novità in tutte le esibizioni sarà l’ampio utilizzo dell’iPad, strumento che Morgan ha imparato a dominare e mettere al servizio della sua musica, e che da vero pioniere ritiene già una tecnologia indispensabile per l’evolversi della sua musica.

Fonte: lastampa.it

Comune di Salemi

Prenderebbe anche le deleghe che erano del fotografo
Il primo cittadino:sulle droghe ha ammesso i suoi errori

 

 

TRAPANI - Il sindaco-critico d'arte stupisce ancora. Vittorio Sgarbi, che solo pochi giorni fa ha minacciato di lasciare il suo ruolo istituzionale nella cittadina trapanese (per il mancato riconoscimento da parte del Consiglio comunale delle spese già effettuate per portare in città capolavori di Caravaggio, Rubens e Guercino), ha deciso di nominare assessore il cantante Morgan: per lui ci sarebbero le deleghe alla creatività e ai diritti umani, che già furono del fotografo di fama internazionale Oliviero Toscani, che è uscito dalla giunta il 9 ottobre scorso, e anche quella, del tutto nuova (e singolare), all'ebbrezza. Da una ribalta all'altra, dunque: l'ex dei Bluvertigo, infatti, è star molto discussa, e lo scorso anno fu protagonista di una vicenda che gli costò l'esclusione dalla kermesse sanremese.

LA POLEMICA - In un'intervista a Max, infatti, confessò di utilizzare regolarmente cocaina come antidepressivo. Ma se questo è bastato ad allontanarlo per un po' dagli schermi tv, per Sgarbi è invece motivo in più per volerlo nella sua giunta: il cantante può essere un buon esempio per i giovani in quanto è stato capace di riconoscere i propri sbagli. «Ci conosciamo da molti anni», ha spiegato Sgarbi, «Abbiamo spesso lavorato insieme, c'è tra noi una complicità, una consuetudine che dura ormai da tempo. Nonostante quanto accaduto lo scorso anno a Sanremo penso che Morgan possa essere di buon esempio per i giovani. In fondo ha riconosciuto i suoi sbagli». «Spero che accetti: col genio di Marco Castoldi», dice Sgarbi, «si potranno fare grandi cose».


Fonte: corriere.it

Invece No (Deejay tv)

 

In onda: mercoledì alle 21,00
INVECE NO con Morgan è il programma di DEEJAY Tv che vive di musica e che non ne fa un semplice spettacolo mediatico, anzi la TV per i musicisti diventa un pretesto per conoscersi e incontrarsi; agli spettatori non resta che “spiare” cosa succede.INVECE NO è un programma per la musica e con la musica.E’ Morgan il padrone di casa che ospiterà in ogni puntata cantanti e musicisti.Il confronto tra gli artisti farà emergere aspetti originali e a volte inaspettati delle diverse storie musicali di ciascuno. Durante il programma verranno eseguiti alcuni brani live riarrangiati da Morgan con gli artisti presenti in puntata. La musica, la performance e l’identità dell’artista saranno al centro del programma.INVECE NO è un vero e proprio live show intimo fa emergere tutta la creatività degli artisti, in una location suggestiva, che riflette in modo appropriato l’inclinazione dell’artista per una musica d’avanguardia impregnata da sapori d’altri tempi.

 

Fonte: deejay.it

 

Guarda lo spot

 

Dopo le Targhe Tenco ai migliori dischi dell'annata, il Club Tenco può annunciare i vincitori dei vari Premi assegnati direttamente dal Club e che saranno consegnati durante la 35a edizione del Premio Tenco, la “Rassegna della canzone d'autore” prevista dall'11 al 13 novembre al Teatro Ariston di Sanremo.
                            
Per il Premio Tenco al cantautore è stato scelto il nordirlandese Paul Brady, storico esponente di primissimo piano della scena musicale europea, già nei celebri Planxty e con all'attivo pregevoli album solistici sino al recentissimo “Hooba Dooba”. Due i Premio Tenco all'operatore culturale, assegnati al cantante e chitarrista spagnolo Amancio Prada, che ha saputo mettere in musica tutti i più grandi poeti spagnoli; e al “nostro” Roberto Freak Antoni, leader degli Skiantos e innovatore del linguaggio e della scena rock italiana, che sarà sul palco dell'Ariston anche in veste di “tappabuchi” durante le tre serate. Il Premio “I Suoni della canzone” - riservato a musicisti che hanno valorizzato la canzone d'autore - va a Fausto Mesolella, chitarrista e arrangiatore degli Avion Travel e di molti altri artisti. Il calabrese Brunori Sas, alias  Dario Brunori, uno dei talenti più interessanti della nuova scena cantautorale, è invece il vincitore del “Premio Siae/Club Tenco” per l'autore emergente.
                                                   
Ecco il calendario delle serate, con gli artisti già annunciati, elencati in ordine alfabetico:
Giovedi 11: Amor Fou, Renzo Arbore, Carlot-ta, Mimmo Epifani, Morgan, Nada, Giancarlo Onorato.
Venerdì 12: Avion Travel, Samuele Bersani, Brunori Sas, Carmen Consoli, Mirco Menna, Peppe Voltarelli, Zibba.
Sabato 13: Paul Brady, Vinicio Capossela, Enzo Del Re, Marco Fabi, Amancio Prada, Piero Sidoti, Skiantos.

 

Prossimamente verranno comunicate le mostre ed i numerosi appuntamenti pomeridiani del “Tenco” 2010.

 

Fonte: clubtenco.it

 

L'appuntamento è fissato da giovedì a sabato prossimi al Teatro Ariston.

 

E’ stata presentata oggi la 35a edizione del Premio Tenco, la 'Rassegna della canzone d'autore' prevista dall'11 al 13 novembre al Teatro Ariston di Sanremo.

Per il Premio Tenco al cantautore è stato scelto l'irlandese Paul Brady, storico esponente di primissimo piano della scena musicale europea, già nei celebri Planxty e con all'attivo pregevoli album solistici sino al recentissimo 'Hooba Dooba'. Due i Premio Tenco all'operatore culturale: al cantante e chitarrista spagnolo Amancio Prada, che ha saputo mettere in musica tutti i più grandi poeti spagnoli; e al'“nostro' Roberto Freak Antoni, leader degli Skiantos e innovatore del linguaggio e della scena rock italiana, che sarà sul palco dell'Ariston anche in veste di “tappabuchi” durante le tre serate. Il Premio 'I Suoni della canzone' - riservato a musicisti che hanno valorizzato la canzone d'autore - va a Fausto Mesolella, chitarrista e arrangiatore degli Avion Travel e di molti altri artisti. Il calabrese Brunori Sas, alias Dario Brunori, uno dei talenti più interessanti della nuova scena cantautorale, è invece il vincitore del “Premio Siae/Club Tenco” per l'autore emergente.

L’Assessore al Turismo di Sanremo, Giuseppe Di Meco, si è espresso con grande favore alla prosecuzione del ‘Tenco’ anche per il prossimo anno: “Il Club Tenco si è espresso quest’anno, sia a livello qualitativo che di presenza artistica, su ottimi livelli. E tutto questo nonostante i problemi di ordine economico vissuti quest’anno. Gli organizzatori non hanno mai pensato, nonostante questo, a ridurre l’impegno e la qualità della manifestazione. Si tratta della volontà e l’interesse di tutti, di avere il ‘nostro’ premio Tenco e tenerlo a Sanremo. Penso che sia stato fatto un buon lavoro e mi auguro che, nei prossimi anni, ci si possa sedere attorno ad un tavolo, molto in anticipo per pianificare per tempo l’edizione 2011, dopo l’estate ‘movimentata’ di quest’anno”.

Alla presentazione anche l’Assessore Regionale Claudio Berlengiero: “Il ‘Tenco’ è oltre una rassegna, è uno dei grandi eventi di spettacolo e cultura, oltre alla promozione turistica per la città di Sanremo e per tutta la regione. Abbiamo cercato di fare in modo che potesse svolgersi nella città dei fiori, come è giusto che sia. Abbiamo lavorato in modo che ci fossero le condizioni economiche ottimali per garantire una rassegna ed una serie di nomi importanti per garantire una manifestazione di grande qualità. Nel 2011 le difficoltà saranno terrificanti e non solo per il ‘Tenco’, ma cerchiamo di essere comunque ottimisti. Le difficoltà ci saranno ma non ci arrendiamo”.

Uno degli organizzatori del Tenco, Giorgio Vellani, ha esposto la rassegna di quest’anno ma ha anche parlato dei problemi avuti per l’organizzazione e del futuro: “Devo ringraziare tutti quelli che hanno collaborato, in modo da fare in modo che questa rassegna, che sembrava ormai saltata a fine luglio, è tornata nuovamente a galla poco dopo. Ad agosto siamo riusciti a concretizzare un budget che ci desse la convinzione di poter organizzare una rassegna degna di questo nome. La Regione ha capito quanto la manifestazione sia radicata sul territorio e come Sanremo sia ‘la rassegna’ della canzone di Autore, con il ‘Tenco’. I ringraziamenti vanno alla Regione ed al Comune, ma anche a tutti quelli che ci sono stati vicini, che ci ha nno detto di tenere duro. Molti non si sono limitati ad incoraggiamenti morali, ma c’è anche la Provincia, il Casinò di Sanremo e, per la prima volta in 35 anni, uno sponsor non istituzionale. E spero che, se ci sarà una prosecuzione del ‘Tenco’, spero che altri seguano l’esempio della ‘Unogas’, azienda che ci darà una ulteriore mano economica per la realizzazione di questa 35a edizione. Il ritardo nella decisione di organizzare il ‘Tenco 2010’ ha influito non poco sul cast della manifestazione, così come la riduzione del 15/20% del budget a disposizione. Ritengo però, che con i limiti che abbiam vissuto, sarà comunque una buona rassegna. Non so se stiamo per assistere alla 35a o all’ultima rassegna della canzone d’autore, ma spero di poter parlare del 2011 subito dopo l’ultima serata di sabato. Vorrei ricordare che i problemi economici non derivano dagli enti locali che, invece, sono stati vicini a noi e lo sono tutt’ora. I problemi sono derivati dalle molte manovre, ultima quella del Ministro Tremonti, che ha tagliato su manifestazioni come quella del ‘Tenco’.

Ecco il calendario delle serate, con gli artisti in ordine alfabetico:
- Giovedi 11: Amor Fou, Renzo Arbore, Carlot-ta, Mimmo Epifani, Morgan, Nada, Giancarlo Onorato.
- Venerdì 12: Avion Travel, Samuele Bersani, Brunori Sas, Carmen Consoli, Mirco Menna, Peppe Voltarelli, Zibba.
- Sabato 13: Paul Brady, Vinicio Capossela, Enzo Del Re, Marco Fabi, Amancio Prada, Piero Sidoti, Skiantos.

Ricco programma per gli appuntamenti pomeridiani della 35a edizione del Premio Tenco:
Giovedì 11 alle 15.30 inizia un miniciclo intitolato “Premi Tenco sulla carta”, con la presentazione del libro “Franco Battiato, soprattutto il silenzio” di e con Annino La Posta (Giunti).
Alle 16 “Amilcare Rambaldi e la genesi del Club Tenco”, con la presentazione dei volumi "Sogna ragazzo sogna" di Marco Ghirelli (Editrice Zona) e “Effetto Tenco. Genealogia della canzone d'autore” di Marco Santoro (Il Mulino), presenti gli autori.
Subito dopo si parlerà direttamente di Luigi Tenco con un’anteprima del progetto “Baccini canta Tenco”, con la presenza di Francesco Baccini.
Alle 17 “Piero Ciampi, e continuo a cantare”: titolo di un doppio album del Club Tenco dedicato a Piero Ciampi, con interventi del curatore Enrico de Angelis, del produttore Marcello Corvino (Promomusic) e la partecipazione di Morgan e di Nada. Si tratta di un doppio album che contiene due performance live di Ciampi e la registrazione della memorabile serata tenuta nel 2008 al Regio di Parma con fior di artisti impegnati a eseguire canzoni di Ciampi.
Venerdì 12
alle 15.30 il ciclo “Premi Tenco sulla carta” prosegue con “Sergio Bardotti, occhi di ragazzo”, con l’autrice del libro omonimo Nini Giacomelli (edizioni Rugginenti) e gli interventi musicali di Joan Isaac e Peppe Voltarelli.
Alle 16 anteprima de “La leva cantautorale degli anni Zero”, eccezionale progetto di valorizzazione della nuova canzone d'autore italiana realizzato dal Club Tenco insieme al Mei e ad Ala Bianca. Oltre ai curatori del progetto Enrico de Angelis, Enrico Deregibus, Giordano Sangiorgi e Toni Verona, alcuni giovani artisti presenti nell’album proporranno dal vivo i loro rispettivi brani: Brunori Sas, Matteo Castellano, Piji e Zibba.
Alle 17 “Club Tenco & BarnaSants, italiani a Barcellona”, con Pere Camps, Joan Isaac, Danilo Rapetti, Wayne Scott: ovvero un incontro con il festival catalano che ha recentemente premiato il Club Tenco, grazie anche all’appoggio del Comune di Acqui Terme. Alle 17.30 lo stesso Wayne Scott, giovane regista inglese, introdurrà la proiezione del suo film “Schizzi e palmizi”, che documenta l'edizione 2009 del “Tenco”.
Sabato 13
, sempre alle 15.30, un unico evento sulla falsariga di quello tenuto con grande successo l’anno scorso: “Chi non la canta non la conta. Sei personaggi in cerca di cantautore”. Guidati da Sergio Ferrentino, l’attore Giuseppe Battiston, il poeta Vincenzo Costantino "Cinaski", il fotografo Guido Harari, lo scrittore Maurizio Maggiani, il sociologo Luigi Manconi e l’artista visivo Marco Nereo Rotelli racconteranno il proprio personale rapporto con la canzone.

Tutti gli appuntamenti sono previsti al Roof del Teatro Ariston, ad ingresso libero, e sono condotti da Sergio Secondiano Sacchi. Per la parte espositiva quest'anno sono in programma: “Crome poliCrome. Disegni d’autore per dischi d'autore”, mostra di copertine discografiche a cura di Franco Settimo, e “Photo-Show n.2. Fotografia, post-produzione e stampa digitale”, laboratorio fotografico e mostra a cura di Fabrizio Fenucci. Le due installazioni saranno visibili nella Sala Incontri dell’Ariston, dalle 11 alle 21.

Alla cassa del Teatro Ariston (tel. 0184-506060, orario 16-22) è possibile acquistare o prenotare telefonicamente l’abbonamento per l’intera rassegna (poltronissima € 81,00, poltrona € 63,00, galleria 1ª fila € 63,00) ed i singoli biglietti (poltronissima € 40,00, poltrona € 31,00, galleria 1ª fila € 31,00, galleria € 20,00).

 

Carlo Alessi

 

Fonte: sanremonews.it

 

Roma, 8 nov. - (Adnkronos) - ''Sara' un programma di musica e cultura generale. Io faccio 'l'uomo dell'applicazione', l'icona. Un programma pop e giovanilista''. Dopo un esilio televisivo durato mesi, Morgan anticipa a 'Tv Sorrisi e Canzoni', in edicola domani, il ritorno su Rai2 alla fine di novembre, con un programma pomeridiano intitolato 'Decadenza'. ''Il direttore di Raidue Massimo Liofredi, non aveva intenzione di lasciarmi a casa'', prosegue. ''Nelle altre reti mi volevano tutti. Victoria Cabello, Mtv, persino le Iene...''. Nel frattempo il musicista e' ospite fisso a 'Le invasioni barbariche' su La7. ''Ho scritto una lettera alla Rai: 'Se non mi date una risposta entro 20 giorni faccio cadere l'esclusiva'. Loro non hanno neanche ritirato la raccomandata''. Della sua confessione ai giornali sull'uso della cocaina Morgan non vuole piu' parlare: ''Vorrei superarla -confessa- non puo' essere la costante. Non e' interessante, e' una seccatura. Gli amici veri sono stati Celentano e Claudia Mori, Simona Ventura, Liofredi, Fossati, quelli che mi offrono delle possibilita' e mi difendono di fronte a un mondo 'pecoronico'. E a proposito di Sanremo ''Come cantante? No non ci penso piu''', conclude. ''Quel Morgan e' passato, e' morto, l'hanno ucciso. Ci penso come direttore artistico!''.

 

Fonte: adnkronos.com




Tutti i diritti sono riservati - © 2010-2013 InArteMorgan.it - Copyright. - Contattaci.