Company Logo

Facebook Twitter YoTube Instagram 


Interviste di Morgan

Articoli su Morgan

Report Live di Morgan

Articoli sugli Album di Morgan

Interviste ed Interventi Radio di Morgan

Articoli ed Interviste di InArteMorgan.it

comunicati

 


20172016 - 2015 - 20142013 - 2012 - 2011 - 2010 - 2009 - 2008 - 2007 - 2006 - 2005 - 2004 - 2003 - 1998


 

 

 

«Per quanto maledetta, la poesia è comunicazione, trasferimento di emozioni da un cuore all' altro, mezzo per conoscere sé e l' esistenza». A fare l' elogio della poesia è un maudit dei nostri giorni, Marco Castoldi, in arte Morgan, leader dei Bluvertigo. Perché l' artista è anche autore della prefazione all' antologia «I poeti maledetti» curata da Paul Verlaine e ora riproposta da «Il Saggiatore» nella collana di poesia «I ladri di fuoco», per cui ha selezionato i titoli il poeta Davide Rondoni. Stasera alle 18 Morgan, ex di Asia Argento e papà di Anna Lou, sarà alla Feltrinelli di piazza Piemonte nella veste di pianista-interprete delle poesie di quella che fu chiamata la «banda Verlaine» e che segnò la poesia occidentale: Corbière, Rimbaud, Mallarmé, Desbordes-Valmore, unica donna tra i maledetti, Villiers de l' Isle-Adam e infine Pauvre Lelian, pseudonimo dello stesso Verlaine. Morgan, che cosa sono i poeti maledetti? «Abbiamo sempre pensato al ""maledettismo"" come rifiuto integrale delle regole, trasgressione, autodistruttività esibita come vanto». Non è così? «No. La poesia è sguardo pietoso sul mondo. Verlaine è un uomo nel delirio ma pieno di entusiasmo. È riuscito a essere allo stesso tempo un grande poeta e critico capace di riscattare dall' oblio i versi spesso inediti dei poeti-idoli che ci fa arrivare con la sua antologia». Da Jim Morrison in poi chi sono i poeti-rocker? «Quelli che hanno contribuito a evolvere il linguaggio della canzone, John Lennon, Lou Reed, Roger Waters dei Pink Floyd ma anche De André, Tenco e Giorgio Calabrese». Perché la poesia resta ai margini? «Per colpa di professori incapaci che la rendono faticosa. Della poesia non è importante l' aspetto filologico o mnemonico ma la spiritualità e i temi che essa esprime - l' amore e la morte - nei quali i giovani possono trovare grande conforto. Verlaine e Rimbaud rappresentano l' adolescente della società moderna». Maria Teresa Veneziani

Veneziani Maria Teresa

 

 

Pagina 57
(20 ottobre 2003) - Corriere della Sera

 

Fonte: http://archiviostorico.corriere.it/2003/ottobre/20/Morgan_poeta_maledetto_per_Verlaine_co_7_031020051.shtml




Tutti i diritti sono riservati - © 2010-2013 InArteMorgan.it - Copyright. - Contattaci.