Company Logo

Facebook Twitter YoTube Instagram 


 

Pacho, percussionista di Morgan per "Canzoni dell'appartamento" e del successivo Tour, ci ha scritto qualche suo ricordo di quel periodo, che riportiamo qui

 

Morgan per me ha un significato tutto particolare, un genio, un artista, un libero pensatore, un uomo da prima linea, un leader carismatico. Ho suonato le percussioni (e a volte anche la batteria) nei suoi primi 2 lavori solisti e nei relativi tour, il periodo passato con lui rimane uno dei momenti piu belli della mia carriera. Ho visto morgan fare cose notevoli a livello musicale... ricordo che per una parte del tour di "Canzoni dell'appartamento" Marco aveva sempre con se un piccolo libro (tascabile) con degli studi per pianoforte, durante i sound check (sempre molto lunghi, poichè morgan era un perfezionista) tirava fuori questo piccolo libro e aprendo una pagina a caso iniziava a suonare deliziandomi con il suo pianoforte. La mia pedana delle percussioni era situata vicino al piano, quindi dalla mia posizione potevo sentire tutte le sfumature della musica. Il primo bis era: Cieli neri che lui suonava da solo, ricordo che a Torino prima di attaccare il pezzo fece una lunga e incredibile introduzione con citazioni colte da Bach a Mozart passando per la musica contemporanea. Io ero seduto nella mia postazione in mezzo a campane tubolari, congas, gong, piatti ecc. e senza rendermene conto mi ritrovai con gli occhi lucidi.
Questo per me è morgan, uno straordinario artista.

 

Pacho

 

Morgan e la band




Tutti i diritti sono riservati - © 2010-2013 InArteMorgan.it - Copyright. - Contattaci.