Company Logo

Facebook Twitter YoTube Instagram 


Interviste di Morgan

Articoli su Morgan

Report Live di Morgan

Articoli sugli Album di Morgan

Interviste ed Interventi Radio di Morgan

Articoli ed Interviste di InArteMorgan.it

comunicati

Maestro Concertatore e Direttore, Carlo Goldstein

Il Matrimonio Segreto - Carlo GoldsteinCarlo Goldstein è tra i giovani direttori d'orchestra emergenti del panorama internazionale. Dopo la vittoria del primo premio all'International Conducting Competition di Graz nel 2009 ha iniziato un'intensa attività in Italia e all'estero. Nella passata stagione ha diretto Boris Godunov al Palau de les arts di Valencia, Così fan tutte con la Youth Opera di San Pietroburgo, il Concerto di Capodanno al Teatro Verdi di Trieste, alcune recite di Carmen alla Fenice di Venezia, l'Orchestra dell'ente lirico di Sassari e quella del Maggio Musicale di Firenze nel Sogno di una notte di mezza estate di Mendelssohn. Un concerto sinfonico con l'Orchestra del Teatro Massimo di Palermo e una nuova produzione del Festival di Martinafranca. Nella prossima stagione dirigerà la Samara Philharmonic Orchestra in Russia, La Traviata al Teatro Bellini di Catania, Il Matrimonio Segreto a Novara e, al Teatro Comunale di Bologna, un concerto nella rassegna The Schonberg Experience. Uscirà inoltre un disco per la BMG con il tenore Massimo Giordano e l'Orchestra del Teatro Regio di Parma.
Carlo Goldstein nelle passate stagioni ha inoltre diretto in Italia l'Orchestra di Padova e del Veneto, l'Orchestra Regionale Toscana, MDI ensemble, Divertimento Ensemble e gli Archi del Cherubino dell'Aquila. All'estero la Tomsk Philharmonic Orchestra, la Omsk Philharmonic Orchestra, la Arkhangelsk Chamber Orchestra, la St. Petersburg State Symphony Orchestra, la Hermitage Symphony Orchestra, la Murmansk Philharmonic Orchestra in Russia, i Berlin Chamber Soloists e in Israele la Ra'anana Symphonette di Tel Aviv, dove ritornerà anche nella prossima stagione.
Nell'aprile 2011 - per la rivista Amadeus - è uscita la registrazione di tre Concerti di Mozart con il pianista Andrea Bacchetti e l'Orchestra di Padova e del Veneto; registrazione ripresa dall'etichetta Dynamic e recensita entusiasticamente dal BBCMusicMagazine di Londra. Carlo Goldstein, oltre agli studi musicali - Conservatorio di Trieste, Royal College di Londra e Mozarteum di Salisburgo - è laureato in Filosofia - Estetica - presso l'Università Statale di Milano e ha all'attivo diverse pubblicazioni di carattere estetologico e storico musicale. Il canale Classica - in onda su Sky - ha realizzato una puntata su di lui nella serie Notevoli, dedicata ai giovani talenti italiani.

 

 

Carolina (soprano) - Stefania Bonfadelli
Il Matrimonio Segreto - Stefania BonfardelliNata a Valeggio sul Mincio in provincia di Verona, ha debuttato giovanissima in Lucia di Lammermoor diretta da Maurizio Rinaldi a Rieti nell'ambito del Concorso Mattia Battistini.
Ha iniziato la carriera internazionale alla Staatsoper di Vienna nel 1997 con I Puritani. In questo Teatro ha cantato, sempre nei ruoli di protagonista, La Traviata, Rigoletto, La Sonnambula (nuova produzione), Romeo et Juliette (nuova produzione), Les Contes d'Hoffmann nel ruolo di Olympia, Guillaume Tell nel ruolo di Jemmy, Così fan Tutte come Despina, Il Barbiere di Siviglia e Lucia di Lammermoor.
Si è esibita al Covent Garden di Londra (La Traviata), alla Deutche Oper di Berlino (Lucia di Lammermoor e La Traviata), alla Staatsoper di Monaco di Baviera (La Traviata diretta da Zubin Mehta), all'Opera di Francoforte (La Traviata e Rigoletto) a La Maestranza di Siviglia (La Traviata diretta da Placido Domingo), ad Amburgo (Rigoletto) al Bolshjoi di Mosca (La Traviata con la regia di Franco Zeffirelli) a Washington (La Fille du Regiment).
In Italia ha cantato al Comunale di Cagliari (Rigoletto e Traviata), al Carlo Felice di Genova (Rigoletto, Il Pipistrello, Lucia di Lammermoor e Don Pasquale) al Comunale di Bologna (Le Comte Ory), al Regio di Torino (La Traviata), al San Carlo di Napoli (La Traviata e Il Convitato di Pietra di Giacomo Tritto) al Teatro Massimo di Palermo (L'Elisir D'Amore) al Bellini di Catania (La Sonnambula e I Puritani) al Verdi di Trieste (Lucia di Lammermoor, Les Contes d'Hoffmann, Manon di Massenet e La Traviata tutte dirette da Daniel Oren) e al Teatro alla Scala di Milano (Les dialogues des Carmelites diretta da Riccardo Muti e La Sonnambula). E' stata diretta da Seiji Ozawa, Placido Domingo, Lorin Mazel, Daniel Oren, Riccardo Muti. Numerose anche le tournée in Giappone con il Comunale di Firenze (Nannetta nel Falstaff diretta da Zubin Mehta) con Opera Project in Così fan Tutte diretta da Ozawa, con il Comunale di Bologna La Figlia del Reggimento diretta da Bruno Campanella e con il Bellini di Catania ne La Sonnambula. E ' stata ospite due volte del Rossini opera festival di Pesaro con La gazzetta (con la regia di Dario Fo) e Le Comte Ory (inciso per la Deutsche grammophon).
Nel 2002 è stata Violetta ne La Traviata a Busseto,diretta da Placido Domingo con la regia di Franco Zeffirelli ripresa dalla RAI e presente sul mercato in DVD.
Nel 2004 ha inaugurato il Teatro La Fenice di Venezia dopo il restauro con un concerto di Capodanno in mondovisione diretto la Lorin Mazel.
Nel 2003 ha ricevuto il Premio "Lina Pagliughi" come miglior soprano di coloratura dell'anno.

 

Geronimo (basso) - Bruno Praticò

il-matrimonio-segreto praticoNato ad Aosta, ha studiato con il baritono Giuseppe Valdengo e ha seguito i corsi di perfezionamento del Teatro alla Scala e di Rodolfo Celletti. Grande interprete dei ruoli da baritono buffo nel repertorio del settecento fino a Mozart e Rossini, con al suo attivo più di 100 ruoli, Bruno Praticò ha affermato il suo talento vocale e scenico nel Falstaff (ruolo del titolo; Amsterdam con la direzione di Riccardo Chailly). Sotto la bacchetta di direttori d'orchestra quali Claudio Abbado, Bruno Campanella, Riccardo Chailly, Gianluigi Gelmetti, Donato Renzetti e Carlo Rizzi ha cantato con successo in Don Pasquale (ruolo del titolo), L'elisir d'amore (Dulcamara), Les pécheurs de perles (Zurga), Il barbiere di Siviglia (Figaro e Bartolo), La Cenerentola (Dandini e Don Magnifico), Il turco in Italia (Don Geranio), L'italiana in Algeri, Le comte Ory (Raimbaud), nonché in Fedora, Le convenienze ed inconvenienze teatrali, Linda di Chamounix (Marchese di Boisfleury) , Un giorno di regno, Gianni Schicchi, Il convitato di pietra e I quatro rusteghi. E' stato invitato dai maggiori teatri del mondo quali il Metropolitan di New York, il Teatro alla Scala, il Teatro San Carlo di Napoli, la Staatsoper di Vienna, il Teatro Comunale di Firenze, il Teatro Massimo di Palermo, il Teatro La Fenice di Venezia, il Teatro Comunale di Bologna, il Teatro Regio di Parma, il Teatro dell'Opera di Roma, l'Opéra di Montecarlo, l'Opéra National de Paris, la Royal Opera House-Covent Garden di Londra, la Nederlandse Opera di Amsterdam, l'Opéra di Losanna, la Japan Opera Foundation e il New National Theatre di Tokyo, il Teatro De La Maestranza di Siviglia, il Teatro Carlo Felice di Genova, il Teatro Real di Madrid e il Grand Théatre di Ginevra. Bruno Praticò è ospite regolare da sette stagioni al Rossini Opera Festival di Pesaro, dove è stato premiato con il «Rossini d'Oro 1998» e dove ha sempre ottenuto un grande successo personale di pubblico e di critica. Nel 1999 ha cantato nel Viaggio a Reims e in un recital e, più recentemente, nella Cenerentola, nella Gazzetta e nell'Equivoco stravagante. Tornerà sul palcoscenico del Rossini Opera Festival per una nuove produzione di Le comte Ory. La stagione 2000 j l lo ha voluto interprete del Viaggio a Reims (regìa di Luca Ronconi) e di Un giorno di Regno (diretto da Maurizio Benini e per la regìa di Pizzi) al Teatro Comunale di Bologna, del Barbiere di Siviglia (Bartolo) alla Nederlandse Opera di Amsterdam ed al Teatro di San Carlo di Napoli , cui hanno fatto seguito nuove acclamate interpretazioni del ruolo di Bartolo alla Baltimore Opera Company, all'Arena di Verona, all'Opéra di Montecarlo, all'Opéra National de Paris ed al Teatro Massimo Bellini di Catania, di Don Magnifico a Parigi ed alla Bayerische Staatsoper di Monaco di Baviera, di Geronimo nel Matrimonio segreto al Théatre des Champs Elysées de Paris ed a Montecarlo e del Dottor Dulcamara (L'elisir d'amore) al Teatro La Fenice di Venezia. Recenti i debutti sul palcoscenico della San Diego Opera in Don Pasquale, al Festival Mozart di La Coruna nel Viaggio a Reims e ad Oviedo nel Turco in Italia, nonché il ritorno a Bologna in Béatrice et Bénédict.
Della sua ricca produzione discografica si segnalano Il barbiere di Siviglia (Bartolo; EMI), L'elisir d'amore (Dulcamara; Erato), Il signor Bruschino e La cambiale di matrimonio (Claves), Lakmé di Delibes, Don Quichotte di Massenet e La bohème di Leoncavallo (Nuova Era), L'italiana in Londra (Bongiovanni e BMG), La romanziera e l'uomo nero di Donizetti (Opera Rara), nonché un recital con musiche di Mozart e Rossini (Bongiovanni). Vive a Bologna.

 

Paolino (tenore)- Edgardo Rocha

Edgardo RochaNasce nel 1983 in Uruguay dove si diploma in pianoforte e in Direzione Corale ed Orchestrale alla Scuola di Musica dell'Università della Repubblica. Sempre in  Uruguay ottiene per due anni consecutivi una borsa di studio dalla Fondazione Chamanga per giovani talenti per studiare canto con Beatrice Pazos e Raquel Pierotti.

Nel 2004 vince il primo premio nel 51° Concorso di Giovani Musicisti e nel 2006 fa il suo debutto come Direttore d'orchestra dirigendo l'Elisir d'amore di Donizetti al Teatro Kibon di Montevideo.
L'anno successivo vince il primo premio del Concorso Internazionale di canto Maria Callas d i San Paolo in Brasile. Nello stesso periodo ha modo di esibirsi più volte nel repertorio concertistico interpretando il Requiem K 626 e i Vesperae Solennes de Confessore K 339 di Mozart, il Weihnachts-oratorium BWV 248, l'Oster Oratorium" BWV 249, il Magnificat e le Cantate BWVlO, BWV 147, BWV 182 di J.S.Bach.

All'inizio del 2008 si trasferisce in Italia per perfezionarsi con Salvatore Fisichella e partecipare ad una Masterclass con Rockwell Blake a Torino.

Nel 2009 vince il Concorso indetto dal Conservatorio di Cesena e intepreta al Teatro Bonci il ruolo del Conte di Almaviva ne Il barbiere di Siviglia di Rossini.
Nel luglio 2010 debutta nel Gianni di Parigi di Donizetti al Festival di Martinafranca e successivamente ne La Cenerentola di Rossini, prima al Teatro Lirico di Cagliari quindi nei teatri del Circuito lirico Lombardo.

Nella stagione 2011 canta nel Don Pasquale al Teatro del Maggio Fiorentino con la regia di Jonathan Miller, nel Così fan tutte di Mozart al Teatro San Carlo di Napoli, ne La scala di seta di Rossini a Zurigo e nella ripresa del Gianni di Parigi di Donizetti al Wexford Opera Festival.
Recentissimo Il barbiere di Siviglia di Rossini nei teatri del Circuito Lirico Lombardo seguito dal ritorno alla Operhaus a Zurigo per l'Otello di Rossini (Jago) e dal debutto al Teatro Regio di Torino nel Così fan tutte di Mozart (Ferrando).
Di particolare interesse la partecipazione a La Cenerentola una produzione televisiva di Andrea Andermann che fonde la lirica con il cinema e la televisione da poco trasmessa in diretta su Raiuno e in mondovisione.
Tra i prossimi impegni un Concerto di Belcanto al Festival di Martinafranca, L'italiana in Algeri e Così fan tutte al Teatro Petruzzelli di Bari, La cenerentola a Seattle, Il barbiere di Siviglia al Teatro Real di Madrid e la ripresa di Otello questa volta come Rodrigo al Theatre du Champs Elysees a Parigi. luglio 2012

 

Elisetta (soprano) - Maria Costanza Nocentini

Il Matrimonio Segreto - Maria Costanza NocentiniE' nata a Firenze il 24 Agosto 1968, all'età di otto anni entra a far parte della Scuola di Musica di Fiesole dove inizia lo studio del violino, d el flauto e del pianoforte, per poi dedicarsi definitivamente allo studio del canto.

Allieva di Suzanne Danco, si diploma con pieni voti e lode presso il conservatorio «Giovanni Battista Martini» di Bologna e debutta a soli venti anni, nell'ambito del progetto «Mozart-Da Ponte>> diretto dal M o Claudio Desderi, i ruoli di Despina in Così fan tutte, Susanna nelle Nozze di Figaro e Zerlina in Don Giovanni, opere rappresentate a Massa, Firenze, Pisa, Torino, Piacenza, Vicenza, Ferrara, Modena, Bastia e Versailles.

Nel 1992 risulta vincitrice al Concorso I nternazionale «Toti Dal Monte>> di Treviso aggiudicandosi il ruolo di Fiorilla ne Il Turco in Italia , primo premio al Concorso Internazionale «Viotti» di Vercelli, per poi aggiudicarsi il secondo premio, il premio speciale per la migliore interpretazione delle opere di Rossini ed il premio straordinario «Miguel Cervantes)) al Concorso Internazionale «Francisco Viflas)) di Barcellona.

Sin dagli esordi, Maria Costanza Nocentini, è stata invitata a cantare sui principali palcoscenici italiani (Teatro alla Scala, Teatro Regio di Torino, Teatro Valli di Reggio Emilia, Teatro di San Carlo di Napoli, Teatro Regio di Parma, Teatro dell'Opera di Roma, Teatro Comunale di Bologna, Teatro La Fenice di Venezia, Teatro Comunale di Firenze, Teatro Carlo Felice di Genova, Teatro Verdi di Trieste, Teatro Massimo di Palermo, Spoleto Festival, Festival di Martina Franca, Festival di Cremona) ed esteri (tra i quali il Théatre des Champs Elysées, la New Israeli Opera, il Festival di Salisburgo, la Bayerischer Staatsoper di Monaco, il Teatro Municipal di Santiago del Cile, la Staatsoper di Vienna, il Glyndebourne Festival, la Scottish Opera di Glasgow, l'Opéra de Nice, il Teatro de La Maestranza di Siviglia). Il repertorio ivi affrontato comprende i ruoli protagonistici di opere quali Il turco in Italia, La scala di seta, L'occasione fa il ladro, La Visita Meravigliosa di Nino Rota, Die Zauberflote, L'elisir d'amore, Werther, Le convenienze e inconvenienze teatrali, Aci e Galatea, Le cinesi, La princesse jaune di Saint-Saens, Rinaldo, Lucia di Lammermoor, Le nozze di Figaro, Semele, La Bohème, La gazza ladra, Orfeo ed Euridice, Falstaff, L'incoronazione di Poppea, Don Pasquale, Il matrimonio segreto, Rigoletto.
Svolge inoltre una regolare attività concertistica che l'ha portata a collaborare con il Festival International di Beaune, gli Amici della Musica di Firenze, l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, il Concertgebouw di Amsterdam, Konzerthaus di Vienna, il Festival Siglas de Oro di Madrid.
Nel corso della sua carriera ha collaborato con direttori d'orchestra del calibro di R. Alessandrini, M. Benini, F. Biondi, F. Brùggen, G. Carella, M . W. Chung, R. Clemencic, A. Davies, G. Gelmetti, M . Guidarini, C. Hogwood, L. Langrée, L. Maazel, R. Muti, D. Oren, D. Parry, E. Pidò, C. Rousset, C. Rovaris, J. Tate, oltre a registi quali P. Avati, F. Crivelli, A. Fassini, M. Hampe, N. Joel, P. L. Pizzi, L. Puggelli, J. Taymor, M. van Hoecke, G. Vick, H. Wernicke, F. Zeffirelli, K.B.Holten, M . Znaniecki.
Tra gli impegni più rilevanti si ricordano le interpretazioni di Lucia in Lucia di Lammermoor al Teatro De La Maestranza di Siviglia con Alfredo Kraus, Armide (Bergère) e Le nozze di Figaro (Barbarina) al Teatro alla Scala con il M o Muti dove poi e' stata rinvitata per interpretare Pamina in Die Zauberflote ed Adina nell'Elisir d'Amore.
Prestigioso il debutto al Glyndebourne Festival 2000 nel ruolo della Contessa nelle Nozze di Figaro, ruolo che ha riproposto anche nella stagione 2001 ottenendo notevoli consensi di pubblico e critica e il debutto nel ruolo di Violetta nella Traviata a Tokyo per la Japan Opera Foundation.
Si segnalano, inoltre, La figlia del reggimento (Maria) a Bergamo, Rigoletto (Gilda) a Glasgow e Edimburgo per Scottish Opera e a Welligton e Auckland per New Zealand Opera, l'esecuzione della IX di Beethoven per la Fondazione Arturo Toscanini di Parma, L'Incoronazione di Poppea (Drusilla) a Siviglia e poi a Zurigo sotto la bacchetta del Mo Harnoncourt, Falstaff (Nannetta) a Verona, La Scala di Seta al Teatro Massimo di Palermo, La Bohème (Musetta) al Festival Pucciniano di Torre del Lago, Violetta ne La Traviata a Bolzano con La Fondazione Arturo Toscanini (regia di F. Zeffirelli) e all'Ente "Maria de Carolis" di Sassari, la IX Sinfonia di Beethoven diretta dal Maestro Yutaka Sado in occasione dell'inaugurazione del "Hyogo Performing Arts Center" di Kobe (Giappone), Don Giovanni (Donna Anna) a Glasgow e Edimburgo e Turandot (Liù) al Festival Puccini di Torre del Lago, Le nozze di Figaro (Contessa) al Teatro Regio di Torino, La Traviata (Violetta) alla Stockholm Royal Opera, L'elisir d'amore (Adina) a Wroclaw in Polonia, Turandot (Liu') alla New Zealand Opera di Wellington/ Auckland, Falstaff (Alice) alla Scottish Opera di Glasgow, Maria Stuarda (Maria) al teatro Bellini di Catania, alla Fenice di Venezia, al Teatro Verdi di Trieste, al Municipale di Piacenza e al Pavarotti di Modena.

Insegna canto presso il Conservatorio G.Verdi di Como e collabora ai corsi di Maggio Formazione come docente di interpretazione del repertorio e tecnica di canto.
La sua discografia comprende La Pietra del Paragone di Rossini (Nuova Era), Le convenienze ed inconvenienze teatrali di Donizetti (Ricordi), La princesse jaune di Saint-Saens (Chandos), La Sonnambula di Bellini (Nuova Era), Emma d'Antiochia di Mercadante (Opera Rara), "Souvenir de Florence" una raccolta di autori vari (Phoenix Classics) e La Figlia del Reggimento di Donizetti (Naxos).

 

Fidalma (mezzo soprano) - Irene Molinari

Il Matrimonio Segreto - Irene MolinariSi diploma in Canto presso il Conservatorio di Musica di S. Cecilia in Roma, dove successivamente consegue anche la laurea di II livello con lode.
Ha frequentato masterclass tenute da artisti quali Daniela Dessì, Simone Alaimo e Bruna Baglioni, mezzosoprano di fama internazionale sotto la cui guida si sta attualmente perfezionando.
E' vincitrice di concorsi lirici nazionali ed internazionali quali: VIII Concorso Lirico Internazionale "Ottavio Ziino" (3° premio); "Un Concorso per Mascagni" III edizione - Fondazione Teatro Goldoni di Livorno (l o premio assoluto, Premio speciale "Il Tirreno", Premio speciale "Vittorio Talà").
Ancor prima di terminare il corso di studi, intraprende la carriera debuttando nel 2008 nell'ambito del Festival Internazionale delle Ville Tuscolane in qualità di mezzosoprano solista nel "Requiem KV626" di W.A. Mozart diretto dal M° Claudio Maria Micheli.
Nel 2009 debutta nella "Suor Angelica" di Puccini presso l'Accademia Musicale Chigiana di Siena per la direzione e la regia del M° Gianluigi Gelmetti.
Interpreta poi il ruolo del Musica ne "Le convenienze ed inconvenienze teatrali" di Donizetti presso il Teatro Verdi di Pisa, il Teatro del Giglio di Lucca e il Teatro Goldoni di Livorno per la direzione del M° Federico Maria Sardelli e la regia di Saverio Marconi.
Contemporaneamente, scelta dall'As.Li.Co, ha cantato 200 recite del "Nabucco" di Verdi, nel ruolo di Fenena, per la direzione del M° Francesco Pasqualetti e la regia di Silvia Collazuol, presso i Teatri del Circuito Lirico Lombardo (Teatro Grande di Brescia, Teatro Ponchielli di Cremona, Teatro Sociale di Como, Teatro Fraschini di Pavia), il Teatro Regio di Torino, il Teatro Comunale di Bologna, il Teatro degli Arcimboldi di Milano, il Teatro Verdi di Trieste (Sala Tripcovich), ed altri ancora. Interpreta il ruolo della Suora Zelatrice nella "Suor Angelica" di Puccini per la regia di Renato Bonajuto; poi ancora Fenena in "Nabucco" per la direzione del M° Morena Malaguti e la regia di Artemio Cabassi. E' stata Lola in "Cavalleria Rusticana" di Mascagni per la direzione del MQ Andrea Dindo e la regia di Beppe de Tomasi e Renato Bonajuto.

Svolge inoltre un'intensa attività concertistica che la vede impegnata in importanti siti quali il Teatro Comunale "G. Verdi" di Busseto (Concerto Lirico di Gala in occasione del premio alla carriera "Una vita per l'operd' conferito a Carlo Bergonzi, presente all'evento), il Teatro Sociale di Rovigo, il Teatro Comunale di Vicenza, il Festival Internazionale delle Ville Tuscolane.

Nell'ambito del repertorio sacro ha cantato in qualità di mezzosoprano solista ancora nel "Requiem KV626" di Mozart diretta dal MQ Stefano Vignati e dal MQ Gianluca Bianchi, poi nell' "Oratorio de Noel" di Saint-Saens presso la Cattedrale di Acireale e il Duomo di Taormina.
In particolare a Roma si è esibita presso il Palazzo Barberini, l'Accademia d'Ungheria, l'Auditorium Parco della Musica, l'Accademia Romana dell'Opera, l'Auditorium del Seraphicum, l'Auditorium delle Scuderie Aldobrandini, l'Auditorium Augustinianum in Vaticano, i Giardini di Castel S. Angelo, riscuotendo sempre i più ampi consensi di critica e di pubblico.

 

Il conte Robinson (basso) - Filippo Fontana

Nato a Udine, si accosta alla musica all'età di 10 anni attraverso lo studio del clarinetto e tiene concerti, come strumentista, in formazione con pianoforte e orchestra da camera.
Comincia a studiare canto con Anna Maria Bicciato e successivamente con Enza Ferrari. Frequenta il biennio 2009-2011 del corso dell'Accademia del Teatro alla Scala, dove studia con Luigi Alva, Renato Bruson, Mirella Freni, Luciana Serra e i maestri Vincent Scalera e James Vaughan e segue masterclass sull'interpretazione dell'opera brillante con Enzo Dara e di recitazione con Antonio Albanese.
Poco dopo il suo ingresso in Accademia, debutta al Teatro alla Scala cantando il ruolo di Procolo ne Le convenienze ed inconvenienze teatrali di Donizetti e con lo stesso allestimento va in tournée in Danimarca ad Aalborg. Sempre alla Scala sarà Martino ne L'occasione fa il ladro di Rossini nel 2010 e Taddeo ne L'italiana in Algeri nel 2011. Finalista di alcuni importanti concorsi, è stato vincitore del 62° Concorso dell'AsLiCo per il ruolo di Beaupertuis ne Il Cappello di paglia di Firenze di Nino
Rota, ruolo con il quale si è esibito nei Teatri del Circuito Lombardo.
Nel 2012 ha debuttato al Teatro la Fenice come Batone ne L'inganno felice di Rossini Ha lavorato con direttori d'orchestra quali Antonello Allemandi, Bruno Casoni, Marco Guidarini, Pietro Mianiti, Daniele Rustioni e Yannick Nézet-Séguin. Per quanto riguarda l'attività concertistica: si è esibito in Italia, Spagna, Russia, Inghilterra, Grecia e Germania accompagnato da Vincent Scalera, James Vaughan a da I cameristi della Scala.
E' laureato in Scienze e Tecnologie Multimediali presso l'Università di Udine. Attualmente si sta perfezionando con il MQ Roberto Coviello.

 

 Vedi anche:

Oggetti in scena e Costumi per "Il Matrimonio Segreto" al Teatro Coccia di Novara
- Tutte le Informazioni sullo spettacolo "Il Matrimonio Segreto" al Teatro Coccia di Novara - Regia di Morgan




Tutti i diritti sono riservati - © 2010-2013 InArteMorgan.it - Copyright. - Contattaci.