Company Logo

Facebook Twitter YoTube Instagram 


Interviste di Morgan

Articoli su Morgan

Report Live di Morgan

Articoli sugli Album di Morgan

Interviste ed Interventi Radio di Morgan

Articoli ed Interviste di InArteMorgan.it

comunicati

Giovedì 10 Maggio 2012 - 21:50
 
Morgan con Ilaria D'Amico alla presentazione del suo libro al Salone del Libro di Torino
di Giorgia Garberoglio
TORINO - In un ironico parallelo tra libro e realtà, Morgan presenta il primo libro di Ilaria D'Amico, giornalista e conduttrice, che per Bompiani pubblica Dove io non sono. Per tutto l'incontro Morgan sottolinea le analogie con la sua vita: "il protagonista è un musicista. Aveva un gruppo di quattro persone e le lascia, all'arrivo del successo, per una donna. Ha una casa piena di spartiti e libri per terra. E sono io. Non ha un nome, allora sono io?". La D'Amico non confessa l'ispirazione, sorride e dice che lei ha voluto raccontare una persona con lo sguardo profondo e che attraversa un momento di male di vivere.

Morgan però non desiste con le analogie e si riconosce in altre pagine del libro, ma poi concede: "La D'Amico non l'ha scritto per me, ma quando si ama qualcosa, ci si riconosce, e io mi riconosco nel suo protagonista".

La storia è ambientata nell'East Coast, negli anni Sessanta, racconta di un musicista che abbandona tutto per andare a vivere in un paesino, dove insegna musica per vivere. Poi ha un appuntamento con una donna, il giorno dopo.
In queste ore di attesa si svolge tutto il libro, ed è importante l'amore: "che richiede coraggio - spiega la D'Amico - il mio protagonista non ce l'ha, e si perde dentro casa sua". Morgan continua a sottolineare le somiglianze.
La D'Amico sorride e dice: "Questa è la prima presentazione del mio libro. Mi fa impressione sentirne parlare da altri, sentirne le diverse sensazioni e emozioni che ha suscitato. Io ho scritto di un bisogno del mio protagonista di ricongiunzione con il passato e con Lara, la donna che ama e che lo sta lasciando. Il protagonista vuole riuscire a diventare un´altra cosa. È una sanazione tardiva con cui si sviluppa il mio romanzo".
La musica è una parte importante del libro, ma spiega la D´Amico: "il fatto che il protagonista sia un musicista è un pretesto. Quello che mi piaceva raccontare era la psicologia di quest´uomo che è anche un musicista, ma non solo. La parte in cui io ho cercato di lavorare era sul modo di essere e non essere in quel momento".

Si chiude con un´ultima provocazione di Morgan sulle somiglianze con lui, che cita dal libro una tripla X. La D´Amico ride e dice che è come nel gioco del tris, vince chi mette tre x di fila: "questa identificazione mi gratifica, perché ho tratteggiato bene il mio personaggio".
E Morgan: "Forse ho un delirio di onnipotenza!"

 

Fonte: leggo.it

 

Vedi anche:

- Video: Morgan alla presentazione del libro di Ilaria D'Amico "Dove io non sono"




Tutti i diritti sono riservati - © 2010-2013 InArteMorgan.it - Copyright. - Contattaci.