Company Logo

Facebook Twitter YoTube Instagram 


FIORE DI SASSO 


Travestita ed orgogliosa tu sei fiore tra le pietre. Niente colori d’arcobaleno. 
Per la corolla tinte di roccia. Vuoi essere guardata e non raccolta. Vai rubando 
eleganza alla rosa più vistosa e di roccia vuoi la forza e la gran solidità. O sei fiore 
o sei sasso..ma tu no, ti convinci d'esser tutto capricciosa come sei! 
Tenerezza e convinzione per te fiore...fiore di sasso..


di Beatrice Pulsoni -Tutti i diritti riservati all'autore - 



marco matita

 

di Alessia Porta

DSCN5554

 

di Giusy Lazzarano

morgan deborapagano

di Debora Pagano

FUGACI VITE 


Ho segni

azzurri

da tracciare al tuo passaggio

come ventagli di fiori

sparsi nel greto del fiume.

Concorro al vento

strisciando la vitale ebbrezza

al serto che lo accoglie

come balenio di luce

al rifrangersi delle acque.

Oppongo

al tuo richiamo

ogni mia forza

ma nulla temo

sedimento della corrente

io trascino a valle

ogni tuo dubbio

e dipano note

di corno basse

non temo il silenzio

che veglia tiepido

sul fluire lento dei giorni

ora che ogni parola

è chiara

fonte rinnovata

di pensiero

dolce accolto

il tuo canto

come restio alla luce

si profila

all'ombra della foglia

è il fresco stormire

che protegge i tuoi passi

e solletica nuove

espressioni dei tuoi occhi

velati di giovani promesse.

Non basterà la notte

a cancellare

quel che il destino

ci pone in essere.

Noi che siamo

sterpi della stessa pianta

germineremo

per nuove lune

al canto dell'upupa.

L'urente febbre

ci coglierà

sul ciglio delle ortiche

mentre dimentichi

di passi

coglieremo il senso

della vita

distraendo la morte. 




di Daniela Bisin -2010 - Tutti i  diritti riservati all'autore - 

IN BIANCO E NERO



Si dissolve il rumore che cattura i silenzi,
gesti armonici che cercano assensi;
tasti grigi in piena rivoluzione,
restituiscono parole ai tempi dell'azione.
Si disperdono onde che beffano la gravità,
raccolte da organi che ne conoscono la beltà.
Racconti vocali costruiscono visioni,
note libere non conoscon padroni;
miraggi sonori creano immagini,
vibranti cornici ne sfumano i margini.
Scorrono dita che incantano l'umanità,
si nutrono i sensi,si accantona la vanità.


di Tania Famà - Tutti i diritti riservati all'autore




Tutti i diritti sono riservati - © 2010-2013 InArteMorgan.it - Copyright. - Contattaci.