Company Logo

Facebook Twitter YoTube Instagram 


LONTANA



Lontana da sogni pendenti e affollati

Da quei turbamenti che graffian la schiena

Da un tempo che scorda. Da volti agitati

Da un cuore gelato, ormai in quarantena

Lontana da ciò che si muove nel vento

Dal cielo che cade, dal vetro che taglia

Da note riposte sul rigo di vita

Da ogni conquista, da ogni battaglia

Lontana dal suono che vibra costante

Da quel litigioso sapore che resta

Dall’equilibrismo su un gioco pesante

Da chi forse ha amato. Da chi poi detesta

Lontana e distratta, mi guardo un po' intorno

Smeraldo i miei occhi,di marmo il mio cuore

Confusa quest'alba che anticipa il giorno

Bussando alla porta d'un vecchio dolore

Lontano è lo scotto di un conto salato

Per essere stata fin troppo vicina

Vicina  l’assenza che ha preso il mio posto

E nulla rimane … Di ciò ch’era prima.





di Beatrice Pulsoni - Tutti i diritti riservati all'autore

 

Sono sicura che Morgan in realtà sia un fauno,  
di una specie particolarmente furba ed irriverente.
Adoro!

Image-000

 

di Stefania Schino 

DOLCI NOTE DENTRO ME 


E sfiori quei tasti bianchi e neri
li accarezzi quasi a toccare me...

sento la vibrazione,,,
dolci note di te dentro me

Rit.Si, la, sol, fa...
e tutto se ne va...
Il dolore, il rancore
le cicatrici del cuore...

Sinfonie di vita, concerti dell'anima
intrecci di musica e parole...corde tese come le attese

Rit.Si, la, sol, fa...
e tutto se ne va...
il dolore, il rancore
le cicatrici del cuore

Lacrime perdute, gioie ritrovate
amori dispersi...battiti immersi

tuffati in quell'amore...
che annientano ora il dolore.

 




di Francesca Mantini - Tutti i diritti riservati all'autore -

quadro morgan 1

 Morgan - Olio su legno (1999)

di Barbara Farina 

POLVERE

 

Cammino sulla linea che attraversa l'orizzonte 
In bilico dove lacrima il tempo che s'è perso 
Da una parte il respiro della verità 
Dall'altra l'apnea d'ogni sogno 
Da una parte il colore di chi sa 
E dall'altra il grigiore d'ogni angelico bisogno 
Un passo alla volta per trovare l'equilibrio 
Mentre un richiamo invita ad avanzare 
Da una parte l'immobile presente muto 
Dall'altra il graffio di passione funesta 
Da una parte lo sguardo che osserva cupo 
E dall'altra quel sapore al veleno che resta 
E' lì, che in un vortice, prende vita la polvere 
Sulla linea di confine tra futuro e presente 
Dove non è ciò che sarà 
Dove sarà quel che non è ora 
Dove non è ciò che è stato 
Ma diverrà quel che non so ancora                   

 

di Beatrice Pulsoni - Tutti diritti riservati all'autore - 

 

 

Vedi anche:

 

Sezione Musicale: "Polvere" cantata da Antonio Arnone

 

BAMBINA TRA LE ONDE


L’ingenuità ti chiama
La vita poi ti spiega
E’ fragile la trama
Ma poi nulla ti piega
Pulcino sprovveduto
Caparbio ed agitato
Muovendoti nel mondo
Il tempo ti ha insegnato
A vivere di gioia
Nell’indole sincera
A rompere la noia
A diventar pantera
Afferri la carezza
Poi ti ribelli fiera
Sai esser tenerezza
Sai essere guerriera
E nulla ti confonde
Ma tutto t’attraversa
Bambina tra le onde
Dall’indole diversa.



di Beatrice Pulsoni - Tutti i diritti riservati all'autore - 




Tutti i diritti sono riservati - © 2010-2013 InArteMorgan.it - Copyright. - Contattaci.