Company Logo

Facebook Twitter YoTube Instagram 


Morgan in Italian Song book vol2 ha ripreso, tra le altre, una canzone del gruppo I Gufi e ne ha modificato una parte del testo.

Vi riportiamo l'originale e la versioni rivisitate da morgan.


I GUFI - SI PU0' MORIRE (Il testo originale)

Si può morire facendo il presidente
si può morire scavando una miniera
si può morire d'infarto all'osteria
o per vendetta di chi non ha niente.

Si può morire uccisi da un regime
si può morire schiacciati sono il fango
si può morire attraversando il Congo
o lavorando in alto sul cantiere.

Si può morire a furia d'esser magri
si può morire cercando un ospedale
si può morire in servizio militare
o per il solo fatto d'esser negri.

Si può morire dicendo Ave Maria
si può morire gridando mondo porco
si può morire per un sorpasso storto
o sotto il fuoco della polizia

 

MORGAN - SI PUO' MORIRE (Versione di Morgan feat. Cluster incluso in ISB2)
Si può morire facendo il presidente
si può morire scavando una miniera
si può morire d'infarto all’osteria
o per vendetta di chi non ha niente.

Si può morire uccisi da un regime
si può morire schiacciati sotto il fango
si può morire attraversando il Congo
o lavorando in alto sul cantiere.

Si può morire a furia d'esser magri
si può morire cercando un ospedale
si può morire in servizio militare
o per il solo fatto d'esser negri.

Si può morire dicendo Ave Maria
si può morire gridando mondo porco
si può morire per un sorpasso sporco
o sotto il fuoco della polizia.

Si può morire facendo il presidente
si può morire in alto sul cantiere
si può morire d’infarto al ristorante
o per vendetta di chi non ha niente

Si può morire per natura al tempo giusto
si può morire e finire degnamente
non per tua mano o per stupefacente
e di bellezza aver assaporato il gusto.



MORGAN - SI PUO' MORIRE (Versione di Morgan feat. Cluster Live a Mtv Spit  )

Si può morire facendo il presidente
si può morire scavando una miniera
si può morire d'infarto al ristorante
o per vendetta di chi non ha niente.

Si può morire uccisi dal regime
si può morire schiacciati sotto il fango
si può morire attraversando il Congo
o lavorando in alto sul cantiere.

Si può morire a furia d'esser magri
si può morire cercando l’ospedale
si può morire in servizio militare
o per il fatto d'esser di colore.

Si può morire facilmente in Medio Oriente
nelle guerre a pretesto religioso
si può morire in vacanza sotto il sole cocente
si può morire e a nessuno frega niente

Si può morire da soli nell’albergo
si può morire per le gelosie del maschio
si può morire negli sport a estremo rischio
si può schiattare se si vuol morire in gergo

Si può morire dicendo Ave Maria
si può morire gridando mondo porco
si può morire per un sorpasso sporco
o mentre scappi dalla polizia

Si può morire facendo il presidente
si può morire in alto sul cantiere
si può morire
o per vendetta di chi non ha niente

Si può morire per natura al tempo giusto
si può morire e finire degnamente
non per tua mano, non per stupefacente
e di bellezza aver assaporato il gusto



 

DOLCI NOTE DENTRO ME 



Sfiori quei tasti

bianchi  e neri

li accarezzi

quasi a toccare me

 

sento la vibrazione

dolci note di te

dentro me

 

Si , la, sol, fa...

e tutto se ne va...

 

Il dolore

il rancore..

le cicatrici del cuore....

 

Sinfonie di vita

concerti dell'anima

intrecci  di  musica e parole

corde tese

come le attese

 

Si, la, sol , fa

e tutto se ne va....

 

il dolore

il rancore...

le cicatrici del cuore

 

Lacrime perdute

gioie ritrovate

amori dispersi

battiti immersi

 

tuffati in quell'amore

 

che annientano ora  il dolore!




di Francesca Mantini - Tutti i diritti riservati 

DOVE (ALTROVE)


 Non albeggia mai in questo posto solitario,
dove ancora l' amore resta mercenario.
Forse altrove dirai di essere stato toccato,
solo altrove vedrai quelli che hanno tradito
e rimani cosi'.
No, non vorrei essere oscurato da cio' che e' visivo e mi tocca 
da cio' che mi lascia in bocca. 




brano ascoltabile a questo link -> www.rockit.it/notanera




di NotaNera - Tutti i diritti riservati -

Cantavano loro: Gli uomini di Dio


Verdi pianure assassine

sgualcite le gonne delle ridenti bambine

girano girano intorno ad un foco

piano con forza e forse per gioco

si sorprendono a baciare il raggio lunare,

la sera immobile resta a mirare,

gli occhi s'infiammano di gioia infernale,

Quando ad un tratto la lieta atmosfera giunge ad un cieco rivale...

< correte! correte! gli uomini di Dio!>

< correte correte!>

maledette noi donne pensanti

che dalla gioia del festeggiare lo spettacolo lunare,

calpestiamo

IL LORO VOLERE

IL LORO VOLERE!

                                               


         
                                                                    di Jessica Naldi - Tutti i diritti riservati ©




Tutti i diritti sono riservati - © 2010-2013 InArteMorgan.it - Copyright. - Contattaci.