Company Logo

Facebook Twitter YoTube Instagram 


 

  • Consideriamo il singolo, l’individuo la fonte del valore originario, non la sua vita. Non le vite nella loro immanenza e nella loro potenza ma, la Vita come valore ideale ed astratto. L’individuo non è diviso al suo interno e nello stesso tempo non con-divide la sua vita con gli altri.

     

  • Pensiamo che l’attenzione per gli altri non sia una virtù e la gentilezza, di conseguenza, la forma più lontana di espressione di qualsiasi virtù.

 

  • Riteniamo che l’onore non sia un bene prezioso, ad esso possiamo rinunciare e comunque il sentimento di vergogna è un buon sintomo della assenza di valori morali.

 

  • Non valutiamo l’umiliazione volontaria uno scandalo per l’umano, ma un beneficio per la società.

 

  • Consideriamo l’interesse gratuito per i meno economicamente interessanti meno interessante del suo contrario. Pretendiamo inoltre che gli interessi abbiano pretese ma non si diano ragioni di essere. Dare ragioni ai propri interessi significa infatti renderli incompatibili con gli altrui.

 

  • Odiamo misurare la potenza di qualcuno con la capacità che esso ha di favorire la potenza degli altri, e non misuriamo la bellezza delle cose con la capacità che esse hanno di generare altra bellezza.

 

  • Appoggiamo l’idea ingannevole che la sicurezza sia un diritto, il che avvalora il controsenso di una vita sicura – la vita lo deve essere di diritto – e affermiamo piuttosto la sicurezza come un bene che non richiede il massimo di tutela.

 

  • Non conosciamo la violenza che abita l’umano e tuttavia intendiamo concederle spazi agevoli di esercizio.

 

  • Consideriamo l’ignoranza fonte di gioia e il sapere fonte di tristezza e dunque la tristezza ci dà gioia e la gioia ci fa tristezza.

 

  • Ignoriamo del nostro e dell’altrui dolore così rifiutiamo il nostro e non ci commuoviamo dell’altrui.

 

  • Rifiutiamo di considerare come modello di riferimento e come tramite del confronto fra le diverse culture la Poesia in quanto forma più povera di spiritualità di ogni comunità.

 

  • Non siamo e non vogliamo continuare ad essere Concordi, e per noi significa lottare singolarmente attraverso un cuore che batte secondo i ritmi dell'Istinto.

 

Sito: www.concordi.org

 

Apri il PDF

il mondo di Morgan

M - Morgan
morganofficial.it




Tutti i diritti sono riservati - © 2010-2013 InArteMorgan.it - Copyright. - Contattaci.